NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 24 settembre 2018

di Mauro Introzzi 24 set 2018 ore 06:49 Le news sul tuo Smartphone

PIR, scommessa vinta ma le Pmi restano al palo (Il Sole24Ore)

Il Sole24Ore in edicola domenica 23 settembre, ha fatto il punto della situazione sui PIR a 18 mesi dalla loro introduzione sul mercato italiano. Sui prodotti che soddisfano le caratteristiche dei Piani Individuali di Risparmio, che sono circa 70, la raccolta è arrivata a 14,4 miliardi di euro con 19 miliardi di euro in gestione. Si tratta, secondo quanto scrive il Sole24Ore di “numeri di gran lunga superiori alle più rosee aspettative”.

Tuttavia il quotidiano mette in evidenza come sia stati solo quattro i miliardi finiti a small e mid cap e meno di 150 milioni alle matricole Aim. Alla base di questa problematica “i vincoli agli investimenti e la scarsità di titoli liquidi”.

 

Fca: Manley al test Marelli (Milano Finanza)

Il settimanale finanziario mette sotto la lente Fiat Chrysler Automobiles. Una delle questioni più importanti sul tavolo dei manager, se non la più importante, è quella relativa al futuro di Magneti Marelli. Un’operazione, quella della valorizzazione della società della componentistica, che “rappresenta una prima prova del fuoco per Mike Manley”, il manager che ha preso in mano le sorti del gruppo italoamericano dopo la malattia e la scomparsa di Sergio Marchionne.

Il gruppo, secondo quanto scrive Milano Finanza, starebbe lavorando sull’opzione originaria, ossia quella dello spin-off e quotazione in borsa (ma senza cessione di nuovi titoli). Tuttavia “l’ipotesi di cessione resta la preferita per il management”.

Manley, quindi, dovrà dimostrare di essere un abile negoziatore. “Una caratteristica, tra l’altro, per cui il suo illustre predecessore sulla poltrona del Lingotto era un maestro riconosciuto in tutto il mondo”.

 

Una FILA di matite. Nuovi capitali per l’America (L’Economia - Corriere della Sera)

L'inserto economico settimanale del Corriere della Sera, l'Economia, ha dedicato un articolo al noto marchio FILA, che si sta espandendo nel mercato mondiale attraverso un investimento di 650 milioni e l'acquisizione di 15 aziende.

Il prossimo 11 ottobre si terrà l'assemblea dei soci, convocata per approvare un aumento di capitale del valore di 100 milioni a fronte dell'acquisto dell'americana Pacon Holding Company, azienda produttrice di cancelleria. L'obiettivo, si legge nell'articolo, è quello di varare l'operazione a novembre o entro la fine dell'anno.

Attraverso la compravendita di Pacon, FILA  aggiungerà più di 200 milioni ai ricavi consolidati del 2017, e "l'aumento di capitale sarà sottoscritto da Pencil, la holding della famiglia Candela che possiede il 38% del capitale ordinario di FILA,  il 47% del capitale totale e il 60% del capitale votante".

 

Creval, riconferma con prova per l’ad Selvetti. I piani di Dumont per l’Italia (Affari & Finanza - La Repubblica)

Board anticipata di sei mesi per il Credito Valtellinese. Il settimanale di Repubblica, Affari e Finanza, riferisce dell'indizione dell'assemblea per il prossimo 12 ottobre per un nuovo cambio del consiglio di amministrazione.

A nulla sono valsi i tentativi di salvataggio della banca da parte del presidente Miro Fiordi.

L'imprenditore francese Denis Dumont, che attraverso l'holding Dgfd detiene il 5,78% della banca, ha presentato una lista che conferma Selvetti come amministratore delegato.

Fiordi, d'altra parte, per non indebolire la banca non ha presentato nessuna lista. Sembra probabile, scrive il settimanale, che il vecchio consiglio si dimetterà prima del 12 ottobre.

Le attenzioni di Dumont sono tutte focalizzate verso un'espansione in Italia della sua catena di supermercati Grand Frais (Banco Fresco), da sempre molto legata al territorio e al coinvolgimento coi produtori locali.

Si tratta di un aspetto in comune con Creval, che è una banca regionale, anch'essa legata al territorio, soprattutto quello lombardo, che rappresenta l'area geografica più ricca del paese in termini di Pil.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

Dimissioni per giusta causa: quando sono possibili e come si danno

Le dimissioni per giusta causa consentono al lavoratore di risolvere immediatamente il rapporto di lavoro. Se ricorre giusta causa, il lavoratore può licenziarsi senza preavviso al datore di lavoro.

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »