NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 17 maggio 2019

di Mauro Introzzi 17 mag 2019 ore 06:53 Le news sul tuo Smartphone

Enel rilancia i target 2019: balzo del 18% di utili e cedole (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico riporta le dichiarazioni formulate dal numero uno di Enel, Francesco Starace, aprendo i lavori del meeting per l’approvazione del bilancio 2018. Secondo quanto scrive Il Sole24Ore il manager, davanti a “un’assemblea dei soci inquieta per la crescita dell’indebitamento (45 miliardi nel primo trimestre) e perplessa sull’effettiva possibilità di rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione” ha confermato “solidità dei conti” e “prospettive di crescita” del gruppo elettrico.

L’amministratore delegato di Enel ha confermato la previsioni dell’azienda sull’intero 2019. Il gruppo si aspetta che utili per azione e dividendi crescano nell’esercizio di un altro 18%.

Sul debito, Starace ha confermato gli obiettivi del piano industriale al 2021: un progressivo deleveraging, con un rapporto indebitamento netto/margine operativo lordo in calo da 2,5 del 2018 a 2,2 nel 2021.

 

La Bce dà più tempo a Carige (MF)

Il quotidiano finanziario scrive che la Banca Centrale Europea avrebbe concesso a Banca Carige più tempo per la presentazione del suo piano di rilancio. La concessione arriva dal Consiglio di Vigilanza, che ha “preso atto che il piano definito tra Fitd e BlackRock per la banca genovese è svanito a causa del ritiro dall'operazione del fondo americano”.

La scadenza prevista per oggi, 17 maggio 2019, per la presentazione delle offerte vincolanti viene così differita a una data non definita. Ma, secondo quanto scrive MF, “la Vigilanza presieduta da Andrea Enria si aspetta di ricevere un aggiornamento della situazione nel giro di un mese o qualche settimana”.
 La soluzione potrebbe così slittare oltre le elezioni europee, viste da molti come un ostacolo.

 

Debito, il richiamo dell’Europa. Scontro tra Roma e Vienna (Corriere della Sera)

Il quotidiano analizza il dibatto in corso, in sede europea, sui conti pubblici italiani. Sono molte, infatti, le prese di posizione verso il nostro paese. A cominciare dal presidente dell’Eurogruppo, il portoghese Mario Centeno. Che ha richiamato il governo "a rispettare con i risultati gli impegni presi l’anno scorso". Il Corriere della Sera evidenzia poi, come nella riunione a Bruxelles dei 19 ministri finanziari della zona euro, si siano "espressi sulla stessa linea istituzionale anche il tedesco Olaf Scholz e il francese Bruno Le Maire".

Da parte del nostro governo è arrivata la replica del ministro dell’Economia Giovanni Tria. Il responsabile del Tesoro ha "replicato duramente soprattutto al collega austriaco Hartwig Löger, garantendo il rispetto degli impegni di riduzione del debito e aprendo a un aumento delle tasse indirette (come l’Iva), se servisse per rispettare gli obiettivi e per abbassare la pressione fiscale sui redditi".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »