NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 17 maggio 2019

di Mauro Introzzi 17 mag 2019 ore 06:53 Le news sul tuo Smartphone

Enel rilancia i target 2019: balzo del 18% di utili e cedole (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico riporta le dichiarazioni formulate dal numero uno di Enel, Francesco Starace, aprendo i lavori del meeting per l’approvazione del bilancio 2018. Secondo quanto scrive Il Sole24Ore il manager, davanti a “un’assemblea dei soci inquieta per la crescita dell’indebitamento (45 miliardi nel primo trimestre) e perplessa sull’effettiva possibilità di rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione” ha confermato “solidità dei conti” e “prospettive di crescita” del gruppo elettrico.

L’amministratore delegato di Enel ha confermato la previsioni dell’azienda sull’intero 2019. Il gruppo si aspetta che utili per azione e dividendi crescano nell’esercizio di un altro 18%.

Sul debito, Starace ha confermato gli obiettivi del piano industriale al 2021: un progressivo deleveraging, con un rapporto indebitamento netto/margine operativo lordo in calo da 2,5 del 2018 a 2,2 nel 2021.

 

La Bce dà più tempo a Carige (MF)

Il quotidiano finanziario scrive che la Banca Centrale Europea avrebbe concesso a Banca Carige più tempo per la presentazione del suo piano di rilancio. La concessione arriva dal Consiglio di Vigilanza, che ha “preso atto che il piano definito tra Fitd e BlackRock per la banca genovese è svanito a causa del ritiro dall'operazione del fondo americano”.

La scadenza prevista per oggi, 17 maggio 2019, per la presentazione delle offerte vincolanti viene così differita a una data non definita. Ma, secondo quanto scrive MF, “la Vigilanza presieduta da Andrea Enria si aspetta di ricevere un aggiornamento della situazione nel giro di un mese o qualche settimana”.
 La soluzione potrebbe così slittare oltre le elezioni europee, viste da molti come un ostacolo.

 

Debito, il richiamo dell’Europa. Scontro tra Roma e Vienna (Corriere della Sera)

Il quotidiano analizza il dibatto in corso, in sede europea, sui conti pubblici italiani. Sono molte, infatti, le prese di posizione verso il nostro paese. A cominciare dal presidente dell’Eurogruppo, il portoghese Mario Centeno. Che ha richiamato il governo "a rispettare con i risultati gli impegni presi l’anno scorso". Il Corriere della Sera evidenzia poi, come nella riunione a Bruxelles dei 19 ministri finanziari della zona euro, si siano "espressi sulla stessa linea istituzionale anche il tedesco Olaf Scholz e il francese Bruno Le Maire".

Da parte del nostro governo è arrivata la replica del ministro dell’Economia Giovanni Tria. Il responsabile del Tesoro ha "replicato duramente soprattutto al collega austriaco Hartwig Löger, garantendo il rispetto degli impegni di riduzione del debito e aprendo a un aumento delle tasse indirette (come l’Iva), se servisse per rispettare gli obiettivi e per abbassare la pressione fiscale sui redditi".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

L'anticipo del TFR: quanto e quando è possibile chiederlo

Il lavoratore può chiedere al datore di lavoro anche un anticipo del TFR (il Trattamento di Fine Rapporto) mentre ancora sta lavorando per lui. La richiesta deve essere presentata per iscritto

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »