NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziarie del 15 marzo 2019

di Mauro Introzzi 15 mar 2019 ore 09:09 Le news sul tuo Smartphone

Astaldi, il Tribunale chiede dettagli sulla offerta di Salini (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico scrive che nei giorni scorsi, esattamente il 13 marzo, il Tribunale di Roma ha scritto ad Astaldi per chiedere ulteriori approfondimenti sull'offerta presentata da Salini Impregilo per il salvataggio del gruppo di costruzioni ora in concordato preventivo. Secondo quanto scrive il Sole24Ore oggetto delle richieste sarebbero 4 argomenti: ulteriore informazioni sulle attese legate ai flussi di cassa, un approfondimento sui tempi dell'operazione, un aggiornamento sul tema del mancato lancio di un’Opa e maggiore visibilità sulle possibili autorizzazioni o rischi in materia di antitrust.

Ora, scrive il Sole24Ore, "la palla passa nel campo di Astaldi che dovrà predisporre la documentazione richiesta". Tuttavia, "mancano ancora diversi tasselli per poter comporre il mosaico".

 

Il board Tim dà fiducia a Conti (MF)

Il quotidiano finanziario descrive quanto deciso in seno al consiglio di amministrazione di Telecom Italia/Tim in programma ieri. Il board ha approvato a maggioranza - senza il consenso dei consiglieri nominati da Vivendi - un documento di osservazioni sui rilievi di cui la società è stata fatta oggetto. In altri termini, spiega MF, "si è difeso l'operato del presidente Fulvio Conti le scelte del board di Tim, in primis quella di nominare Luigi Gubitosi come amministratore delegato del gruppo".

Nel documento del cda si legge, in sintesi, che "nessuna informazione rilevante è stata data prima a membri del board e che tutti i consiglieri hanno avuto piena contezza dei documenti relativi al cda prima di esprimere il proprio voto".

 

Generali, obiettivi centrati. Azioni a 71 mila dipendenti (Corriere della Sera)

Il quotidiano commenta i dati relativi all’intero 2018 diffusi ieri da Generali. Il Leone di Trieste, con utili e dividendo in aumento, ha superato i target previsti dal piano al 2018. I vertici hanno poi confermato gli obiettivi indicati per il 2021 e - per la prima volta nella sua storia - avviato un programma di azionariato per i 71mila dipendenti del gruppo nel mondo.

Quest’ultima iniziativa è stata commentata dallo stesso group ceo Philippe Donnet. Il manager ha detto che ai vertici è parso importante “avere a bordo tutti i colleghi all’inizio del nuovo piano triennale”.

Novità anche su possibili acquisizioni: secondo quanto indicato dall'amministratore delegato, e riportato dal Corriere, "il gruppo è attento a ciò che può consentire di rafforzare il business assicurativo, principalmente in Europa".

 

Ministeri in rivolta: no ai tagli di spesa per due miliardi (La Repubblica)

Il quotidiano scrive che i dicasteri di Università, Infrastrutture, Trasporti, Sanità e Difesa sarebbero sul piede di guerra. La ragione di questa situazione è da ricercarsi nei contenuti della manovra bis, "che consisterà nel rendere definitivo il taglio dei 2 miliardi di euro attualmente congelati nel Bilancio dello Stato per richiesta di Bruxelles nel dicembre scorso". Questa trasformazione, secondo La Repubblica, "sembra ormai scontata, mentre una manovra-bis in senso più ampio viene esclusa dal governo".

In prima fila ci sarebbe il settore dei trasporti, "dove il previsto taglio di 300 milioni provocherebbe un aumento delle tariffe di bus e treni". Tra gli altri tagli previsti, ci sono 40 milioni agli interventi per la famiglia, 159 milioni per la competitività delle imprese, 100 milioni per l’Università e 158 milioni per la Difesa (principalmente spese per l’impiego di Forze armate e Carabinieri).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »