NAVIGA IL SITO

Ministeri in rivolta: no ai tagli di spesa per due miliardi (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 15 mar 2019 ore 09:09 Le news sul tuo Smartphone

italia-bandieraIl quotidiano scrive che i dicasteri di Università, Infrastrutture, Trasporti, Sanità e Difesa sarebbero sul piede di guerra. La ragione di questa situazione è da ricercarsi nei contenuti della manovra bis, "che consisterà nel rendere definitivo il taglio dei 2 miliardi di euro attualmente congelati nel Bilancio dello Stato per richiesta di Bruxelles nel dicembre scorso". Questa trasformazione, secondo La Repubblica, "sembra ormai scontata, mentre una manovra-bis in senso più ampio viene esclusa dal governo".

In prima fila ci sarebbe il settore dei trasporti, "dove il previsto taglio di 300 milioni provocherebbe un aumento delle tariffe di bus e treni". Tra gli altri tagli previsti, ci sono 40 milioni agli interventi per la famiglia, 159 milioni per la competitività delle imprese, 100 milioni per l’Università e 158 milioni per la Difesa (principalmente spese per l’impiego di Forze armate e Carabinieri).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: legge di bilancio
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

Il modello 730 precompilato 2019 sarà accessibile online dal 16 aprile. Può semplificare molte cose nella compilazione della dichiarazione dei redditi. Continua »