NAVIGA IL SITO

Minibond Pmi Italia, il fondo che investe sulle imprese italiane

Una spiccata propensione all’esportazione, vantaggi competitivi e un management stabile e affidabile. Queste le caratteristiche per essere ritenuti interessanti da Finanziaria Internazionale Investments.

di Marco Delugan 22 lug 2014 ore 09:42
I fondi comuni sono strumenti di investimento collettivi, raccolgono soldi da una molteplicità di soggetti e li investono in un portafoglio diversificato in modo di volta in volta diverso secondo la strategia di investimento scelta. Il fondo “Minibond Pmi Italia”, gestito da Finanziaria Internazionale Investments SGR, investe su un mercato nuovo e interessante, sia per i ritorni che può generare che per l’impatto che potrà avere sull’economia reale italiana, quello del minibond, le obbligazioni a medio/lungo termine emesse da società non quotate. Di “Minibond Pmi Italia” abbiamo parlato con Vania Serena, gestore del fondo.

LEGGI ANCHE: Cosa sono i minibond

vania-serenaCome nasce un fondo di investimento?
Come nasce tecnicamente un fondo di investimento dipende dal regolamento dello stesso. Nel nostro caso - e cioè nella fattispecie dei minibond, una asset class che non liquida - l’opzione strutturale migliore è quella del fondo chiuso. Per fare un fondo chiuso è necessario redigere un regolamento, dove sarà indicato un patrimonio minimo. L’entità del patrimonio minimo è a discrezione della SGR - la società di gestione del risparmio che gestirà il fondo - e viene definito sulla base della strategia di investimento. Nel caso specifico dei minibond dipende dalla dimensione degli investimenti: noi abbiamo 50 milioni di patrimonio minimo perché gli investimenti su un singolo minibond devono essere di minimo 3/5 milioni, e per avere una adeguata diversificazione di portafoglio è necessario avere un patrimonio minimo di 50 milioni di euro. Le quote di partecipazione al fondo sono di 50mila euro ciascuna fino a raggiungimento del patrimonio minimo.

Normalmente la SGR che gestirà il fondo trova un partner - nel nostro caso è stato Montepaschi - che mette una cifra iniziale, chiamata boost, per far partire il processo e invogliare altri ad entrare. Si comincia ad investire solo quando si è raggiunto il patrimonio minimo. Dopo aver raggiunto il patrimonio minimo e aver iniziato ad investire ci sono altri 18 mesi in cui chi vuole può entrare nel fondo di investimento acquistando una o più quote il cui valore però, dopo il raggiungimento del patrimonio minimo e l’inizio dell’attività di investimento, varia nel tempo.

Cosa sono i minibond?

I minibond sono delle obbligazioni, ovvero dei titoli di debito a medio-lungo termine emessi da società non quotate. I decreti sviluppo che ci sono stati dal 2012 in poi non hanno inventato nulla di nuovo, hanno solo innovato quello che erano le obbligazioni per le imprese non quotate facendole diventare più agevoli rispetto al passato sia dal punto di vista civilistico che da quello fiscale equiparandole alle obbligazioni emesse dalle società quotate.

Che cos'è minibond pmi italia?

E' un fondo chiuso e riservato ad investitori professionali. Gli investitori sono considerati professionali se appartengono a una delle seguenti categorie: gli investitori professionali di diritto, e cioè gli investitori istituzionali, e gli investitori professionali su richiesta. Gli investitori vengono considerati professionali su richiesta se hanno almeno due delle seguenti caratteristiche: avere disponibilità per più di 500mila euro sul conto corrente, avere un curriculum finanziario, e cioè esperienza nel settore, e avere fatto più di 40 operazioni sui mercati finanziari nell'ultimo anno.

Quale strategia segue Minibond Pmi Italia?

Noi cerchiamo le aziende italiane con una forte attitudine alle esportazioni, che presentino vantaggi competitivi, sia di prodotto che di mercato, e che abbiano un management stabile che possa dare sicurezza all'investimento. Essendo un mercato ancora poco liquido, acquistiamo i minibond per portarli a scadenza.

Rendono bene i minibond?

Le performance sono interessanti e il rischio, secondo i nostri calcoli, le nostre stime, e la diversificazione del portafoglio che mettiamo in atto, può essere contenuto. Stanti le attuali condizioni di mercato il rendimento dei minibond si attesta sul 5/6% annuo. La durata media di un minibond è 5/7 anni. Noi cerchiamo minibond da 3/5 milioni di euro e della durata di 5 anni emessi da imprese con un fatturato compreso tra i 20 e i 250 milioni.

E' già partita l'attività di investimento del fondo?

L'attività di investimento vera e propria la stiamo portando a termine. Abbiamo 5 investimenti già deliberati che andranno sul portafoglio entro fine luglio o la prima settimana di agosto, prima della pausa estiva.
Tutte le ultime su: minibond
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.