NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Le banche adesso fanno un po' paura

Le banche adesso fanno un po' paura

Lo dice l'ultimo sondaggio realizzato da Demopolis per la trasmissione Otto e Mezzo. Salvataggi e crolli in borsa stanno minando la fiducia dei clienti. E la poca educazione finanziaria degli italiani non aiuta

di Marco Delugan 20 gen 2016 ore 15:07

Crisi, fallimenti e salvataggi, e poi ancora crolli in borsa, di quelli brutti. Per il settore bancario non sono tempi tranquilli. E una delle conseguenze è che i risparmiatori sono sempre più disorientati e cominciano a temere per il destino dei propri risparmi.

A dimostrarlo ancora una volta è stato il sondaggio realizzato da Demopolis per la trasmissione televisiva Otto e mezzo e presentato durante la puntata andata in onda ieri sera.

Il sondaggio è stato svolto su un campione di 1.000 cittadini rappresentativo della popolazione italiana.

Il cuore del sondaggio è il rapporto tra gli italiani e la loro banca: quanto sentono al sicuro i soldi che vi hanno depositato; quanto sanno delle nuove normative sul salvataggio di una banca in crisi; quanto si sentono competenti in tema di scelte finanziarie.

Probabilmente a causa dei più recenti avvenimenti, come il salvataggio di Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e CariChieti dello scorso novembre, e degli eventi drammatici che li hanno seguiti, secondo molti italiani rispetto a 12 mesi fa gestire i risparmi della propria famiglia è diventato più difficile.

gestire-risparmi-famiglia

E in molti hanno paura di perdere i propri soldi depositati (in vario modo) in banca.

paura-perdere-soldi

Per quanto riguarda il “bail in”, parte molto importante della nuova normativa europea sul risparmio che fa pagare ad azionisti e clienti il costo di eventuali fallimenti esonerando da quest'obbligo lo stato e e i contribuenti, il 56% degli intervistati ha dichiarato di averne sentito parlare, mentre un quarto non ne sa nulla.

conoscenza-bail-in

E' una normativa molto importante, visto lo spostamento del peso di un eventuale salvataggio di una banca anche sui correntisti. Se siete tra quelli che vogliono saperne di più, potete leggere i due articoli di Soldionline.it sul “bail in” che trovate qui sotto:

Bail in e crisi bancarie: tutto quello che c’è da sapere

Bail in: la guida completa

Non è solo sulla questione del “bail in” che gli italiani pensano di saperne poco. E infatti il voto che si danno in tema di conoscenze finanziarie non è particolarmente alto, con il 53% che ritiene di saperne poco, sotto la sufficienza.

voto-conoscenze-finanziarie

A questi temi soldionline.it ha da sempre dedicato molte attenzioni. Se volete saperne di più su come investire i vostri soldi, potere partire da qui, dalla sezione Guide.

E, nel caso, non esitate a scriverci. Alla pagina Esperto Risponde trovate un po' di indirizzi utili.

Scarsa conoscenza che si riflette sulla capacità di investire bene i propri soldi: solo il 37% si ritiene in grado di fare gli investimenti giusti.

capacita-di-investire

Ma anche all'interno di questa minoranza prevalgono quelli che temono di sbagliare.

paura-di-sbagliare

LEGGI ANCHE: Le basi dell'investimento finanziario

Insomma, lo Stato da tempo non può più garantire quello che garantiva una volta. Ma il mondo, fuori da quelle certezze che per tanti motivi riusciva a garantire, non sembra particolarmente sicuro. E l'unica cosa che pare sensato fare, è imparare a gestire i propri soldi, o ad affidarsi chi ne sa davvero di più ed è libero da pericolosi conflitti di interesse.

Tutti gli articoli su: banche
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »