NAVIGA IL SITO

La Legge di Stabilità non sarà recessiva - AIAF

di Edoardo Fagnani 25 nov 2013 ore 10:47 Le news sul tuo Smartphone
Secondo AIAF, la Legge di Stabilità avrà il merito di non essere recessiva come lo sono state necessariamente le precedenti, ma i margini di manovra per uno stimolo fiscale sono limitati e rendono le misure complessivamente poco efficaci dal punto di vista economico.
Gli esperti ritengono che l’esiguità degli interventi di stimolo è giustificata dall’entità limitata dei tagli alla spesa in attesa di una più consistente spending review. Un’altra categoria di misure sostanzialmente rinviate è stata quella relativa alle dismissioni, previste al momento per soli 500 milioni di euro all’anno. Ne è derivato un giudizio UE sostanzialmente condizionato all’approvazione di ulteriori misure dirette alla riduzione del debito pubblico e al taglio della spesa.
Per l'AIAF, si confermano le indicazioni di un ciclo economico in ripresa e lo si vedrà più chiaramente nei numeri relativi all’attività produttiva del IV trimestre 2013. Per i prossimi sei mesi ci aspetta, tuttavia, una jobless recovery e un miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro si vedrà solo in primavera.
Secondo gli esperti, permangono alcuni fattori strutturali che impediscono un aumento del PIL potenziale, con la crescita della produttività che resta carente e la competitività ancora insufficiente.
Infine, la stabilità del Governo è una condizione essenziale per evitare che la ripresa venga frenata o interrotta da una nuova fase di incertezza politica e fiscale.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: aiaf , legge stabilità