NAVIGA IL SITO

La guerra delle valute colpo duro contro gli Usa. Ma rischia anche la Cina (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 7 ago 2019 ore 08:54 Le news sul tuo Smartphone

cina-stati-unitiIl quotidiano aggiorna sulla guerra dei dazi in corso tra Usa e Cina, che nelle scorse ore si è arricchita di un nuovo capitolo: "tra Washington e Pechino sono cominciate le prove generali di una guerra parallela, quella delle valute". Ad accendere la miccia la mossa della banca centrale cinese che lunedì mattina ha fatto salire per la prima volta il cambio dollaro-renminbi sopra la quota simbolica 7 a 1, che non era stata varcata da anni.

Questo indebolimento della moneta cinese è una delle armi a disposizione di Pechino per "tentare di compensare l’effetto dei nuovi dazi Usa annunciati per il primo settembre". A seguire la contromosso dell'amministrazione Trump, che per la prima volta da quando il Dragone si è integrato nell’economia globale, ha denunciato ufficialmente la Cina "come una nazione che manipola la valuta, aprendo la strada in teoria a nuove misure sanzionatorie".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: dazi