NAVIGA IL SITO

La Cig non arriva: ancora 1,2 milioni aspettano l’assegno (La Repubblica)

di Redazione Lapenna del Web 25 gen 2021 ore 07:46 Le news sul tuo Smartphone

gestione-separata-inps 1,2 milioni di lavoratori sono in attesa che l'Inps paghi la Cassa integrazione Covid: sono quasi 200mila pratiche in giacenza, di cui un terzo sono vecchissime, anche di marzo. In un articolo di Valentina Conte per la Repubblica emerge che questi numeri sono destinati ad aumentare: sommando quelle di dicembre, si arriva infatti a 365mila pratiche per 2 milioni di lavoratori. La Cassa Covid fu predisposta dal Governo nel Cura Italia del 17 marzo del 2020. A rivelare questi ultimi data sarebbe una tabella inserita nella delibera di dicembre secondo cui il Civ, ovvero l'organo interno di vigilanza dell'Inps - approva il bilancio preventivo 2021 dell'istituto.

Il ritardo pare non avere motivazioni apparenti. I disastrosi ritardi dei primi mesi, complici anche le Regioni impacciate con la Cig in deroga e gli errori delle stesse aziende, erano stati seguiti da norme e promesse che ora si rivelano insufficiente. L'anticipo della Cig dalle banche non è mai arrivato, e neanche quello del 40% in 15 giorni dall'Inps. Del regime speciale in deroga non si è pù discusso, così come della riforma degli armonizzatori.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: inps , cassa integrazione