NAVIGA IL SITO

“Italia e Europa possono accelerare” (La Repubblica)

di Edoardo Fagnani 13 ott 2015 ore 08:00 Le news sul tuo Smartphone

europa3La Repubblica ha intervistato Carlo Cottarelli, ex responsabile della spending review nel governo guidato da Matteo Renzi e oggi direttore esecutivo per l’Italia nel board del Fondo Monetario Internazionale.
Secondo Cottarelli la crisi della Cina e il rallentamento dell’economia dei paesi emergenti potrebbero anche non produrre risultati negativi nei paesi più avanzati, considerato che in questo momento l’Italia e l’Europa registrano tassi di crescita superiori alle previsioni. Il direttore esecutivo non esclude, infatti, che le stime di crescita del Pil di Eurolandia e dell’Italia per il biennio 2015/2016 possano essere riviste ulteriormente al rialzo.
Cottarelli segnala che ci sono tre elementi che favoriscono la crescita europea: “il calo dei prezzi delle materie prime, anzitutto che è dannoso per i paesi emergenti ma non certo per noi. Poi c’è il quantitative easing della Bce che fa deprezzare l’euro e dunque aiuta le nostre esportazioni. E, non ultime, ci sono le riforme strutturali”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »