NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Incertezza, bund e mancate riforme tre ragioni per la prudenza di Draghi (La Repubblica)

Incertezza, bund e mancate riforme tre ragioni per la prudenza di Draghi (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 9 set 2016 ore 07:21 Le news sul tuo Smartphone

bce4_1Nella giornata di ieri la Banca Centrale Europea ha deciso di non ritoccare i tassi di interesse né di modificare il programma di acquisto di titoli. L’Eurotower ha così scelto una linea cauta, nonostante il rallentamento dell’economia.

Le scelte hanno tre motivazioni di fondo, che aiutano a spiegare la scelta d’inazione compiuta ieri da Draghi e dai colleghi. Prima di tutto, le ragioni a favore di un nuovo stimolo monetario non sono così inequivocabili. 

Non è poi chiaro quale sia il sentiero giusto per la Bce per riportare in alto crescita e inflazione. Il tasso sui depositi che le banche “parcheggiano” presso la banca centrale è già stato portato a -0,4%, diventando di fatto una piccola tassa. 

Sta infine diventando sempre più chiaro che il rafforzamento della ripresa europea non può dipendere esclusivamente dalla politica monetaria. La Bce ha già acquistato più di mille miliardi di obbligazioni, ma secondo lo staff della Bce anche questo non basterà a spingere la crescita per quest’anno oltre l’1,7%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: bce , mario draghi
da

SoldieLavoro

Come si verifica una partita Iva?

Come si verifica una partita Iva?

La partita Iva è un codice numerico rilasciato dall'Agenzia delle Entrate a tutti i soggetti esercitanti un’attività rilevante ai fini della tassazione sul valore aggiunto Continua »

da

ABCRisparmio

730 precompilato 2018: istruzioni compilazione e scadenza

730 precompilato 2018: istruzioni compilazione e scadenza

Dal 16 aprile sul sito della Agenzia delle entrate sarà disponibile il modello 730 precompilato 2018. Può essere una importante semplificazione per che deve fare la dichiarazione dei redditi Continua »