NAVIGA IL SITO

Il punto di Raiffeisen Capital Management sui mercati emergenti

di Edoardo Fagnani 21 ago 2012 ore 08:54 Le news sul tuo Smartphone
Raiffeisen Capital Management ha segnalato che a luglio i mercati azionari emergenti, caratterizzati da oscillazioni, si sono mossi lateralmente. Secondo gli esperti anche per le prossime settimane il potenziale dei corsi sembra limitato sia verso l'alto sia verso il basso.
Raiffeisen Capital Management ha evidenziato che nel frattempo la dinamica congiunturale sta rallentando notevolmente un po' dappertutto a livello mondiale e la maggior parte degli indicatori anticipatori economici indica un proseguimento di tale trend. "A questo proposito, la devastante e continua siccità in ampie parti degli Stati Uniti potrebbe anche diventare un ulteriore problema per i paesi emergenti", hanno precisato gli esperti.

Secondo nel frattempo, la congiuntura cinese sembra trovarsi di fronte a un ulteriore forte rallentamento. Ne sono un indizio un ulteriore taglio a sorpresa dei tassi d'interesse a inizio luglio e le dichiarazioni di Pechino, secondo le quali la stabilizzazione della crescita sarebbe più importante della sua composizione strutturale.

Gli esperti hanno ricordato che la banca centrale indiana bbassato le previsioni di crescita e alza le stime sull'inflazione. inoltre, si osservano con attenzione le precipitazioni monsoniche che finora sono inferiori alla media. "Se questo trend dovesse continuare, bisognerà fare i conti con notevoli perdite di raccolto – e quindi con altri problemi per la crescita economica e, allo stesso tempo, nuovi rischi inflazionistici", ha puntualizzato Raiffeisen Capital Management.


Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.