NAVIGA IL SITO

Il mercato dell’auto a rischio Brexit. Costi per 6 miliardi (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 24 set 2019 ore 08:29 Le news sul tuo Smartphone

brexit_4Il quotidiano riprende l'allarme lanciato dai produttori europei di auto nel caso in cui si dovesse verificare una Brexit con un "no deal", ossia senza un accordo. Con un documento i principali player continentali hanno sottolineato quali sarebbero i pericoli e l’impatto economico per un settore che nella sua lunga filiera comprende non solo i produttori di auto ma anche la componentistica ed impiega 13,8 milioni di persone (circa uno su 16 in Europa).

Così se si verificasse una Brexit no deal (e venissero applicati i dazi del Wto, la World trade organization), ci sarebbe un impatto su circa il 10% delle auto e circa il 5% dei componenti, con una ricaduta sui consumatori europei di maggiori costi per 5,7 miliardi di euro divisi tra auto e van.

La Repubblica definisce "salatissimo" il conto per l’Italia. Il quotidiano riporta le parole del direttore generale dell’Anfia, Gianmarco Giorda, che ha ricordato come la Gran Bretagna sia "il terzo Paese per destinazione di componenti per autoveicoli e il quarto come automobili. In valore, solo per auto e veicoli industriali si parla di oltre 1,1 miliardi di euro mentre per i componenti si superano gli 1,7 miliardi".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: brexit