NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » I 30 miliardi di sofferenze appesi alla proroga delle Gacs (Il Sole24Ore)

I 30 miliardi di sofferenze appesi alla proroga delle Gacs (Il Sole24Ore)

di Mauro Introzzi 13 giu 2018 ore 07:13 Le news sul tuo Smartphone

banca_18Il quotidiano economico si focalizza sul tema della Gacs, la garanzia pubblica sulle tranche senior delle cartolarizzazioni dei non performing loans. La scadenza del provvedimento è fissata al 6 settembre ma nell’ambiente bancario si conta, secondo quanto scrive il Sole24Ore, “su una proroga di altri sei mesi, dopo quella di un anno già concessa dalle autorità europee all’Italia per il programma partito nel 2016 con il decreto attuativo del 3 agosto di quell’anno”.

In ballo ci sono cifre consistenti: oltre ai 65 miliardi di cartolarizzazioni di non performing loans (in una quindicina di dossier) che dovrebbero beneficiare delle garanzie, ci sarebbero - secondo quanto riporta il quotidiano - altri 30 miliardi di euro circa di npl “per la cui richiesta di Gacs rischia di andare realisticamente oltre la scadenza di inizio settembre”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: bancari , npl
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona

Reddito di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona

Il Reddito di Cittadinanza è quasi al via. Tutto verrà definito dalla legge di bilancio. Vediamo, sulla linea delle ultime novità, a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerlo Continua »

da

ABCRisparmio

La cedolare secca spiegata in tre minuti

La cedolare secca spiegata in tre minuti

In questa guida vediamo cos'è e come funziona la cedolare secca sui contratti di locazione, le sue aliquote, le novità introdotte per il 2018 e il cosiddetto decreto Airbnb Continua »