NAVIGA IL SITO

Grecia, la sfida del voto costa il 2% del Pil (Il Sole24Ore)

di Edoardo Fagnani 3 lug 2015 ore 07:48 Le news sul tuo Smartphone

grecia3_1Il Sole24Ore ha analizzato la situazione della Grecia alla vigilia del referendum per rimettere al giudizio popolare l'ultima proposta di accordo dei creditori per la prosecuzione del piano di salvataggio. Secondo il quotidiano finanziario, le incertezze politiche e il blocco dei capitali deciso domenica scorsa dal governo Tsipras, potrebbe costare un calo del 2% del Pil paese. Si tratta di un ammontare di 3,5 miliardi di euro. Il Sole24Ore ha ricordato che negli ultimi cinque anni la Grecia ha perso il 27% del suo prodotto interno lordo a causa della recessione.
E le prospettive sul futuro prossimo restano nere. Secondo uno studio condotto dall’Associazione degli esportatori greci le imprese esportatrici “potrebbe subire una perdita di 80 milioni a settimana a causa dell’imposizione di controlli sui capitali e la chiusura delle banche, secondo le stime diffuse”. Lo stesso studio non esclude che nelle prossime due settimane le esportazioni scenderanno di circa il 7% mentre le importazioni potrebbero crollare del 28%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: crisi grecia