NAVIGA IL SITO

Unicredit: una fusione con Montepaschi? Il primo azionista sarebbe lo Stato (Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 2 dic 2020 ore 07:33 Le news sul tuo Smartphone

monte_dei_paschiLa nuova linea di Unicredit sembra interessata a valutare un'integrazione con Monte dei Paschi. Lo indica un articolo del Corriere della Sera firmato da Fabrizio Massaro e Nicola Saldutti.

L'apertura alle fusioni - respinte con vigore dall'uscente ceo Mustier - è un tema aperto e adesso si valutano le diverse opzioni. Per ciò che riguarda il dossier Mps, Unicredit non vorrebbe intaccare il patrimonio, ma le attuali richieste (ufficiose) dell'istituto sarebbero pari a 4 miliardi di dote, troppo alte per Roma.

Se sarà integrazione lo Stato, oggi azionista al 64% di Rocca Salimbeni dopo la cessione dei crediti deteriorati ad Amco, potrebbe mantenere un ruolo da azionista principale. Mps capitalizza 1,37 miliardi mentre Unicredit quasi 18 miliardi e ha un azionariato molto frastagliato. Le stime Equita arrivano a determinare che il Tesoro potrebbe toccare l'11% del capitale.

Un'operazione Unicredit-Mps sarebbe il secondo tassello, dopo IntesaSanpaolo-UBI Banca, del consolidamento bancario caldeggiato dalla Banca Centrale Europea e necessario per fare fronte all'impatto del Covid-19.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: unicredit , monte dei paschi di siena