NAVIGA IL SITO

Fed, mossa prevista! Borse, continua il consolidamento!

Una mossa prevedibile con la quale la Fed si distanzia dalla politica accomodante finora adottata per uscire dalla crisi

di Redazione Soldionline 22 feb 2010 ore 14:02
Articolo a cura di Alessandro Broi di OpzioniVincenti.it

Una mossa prevedibile con la quale la Fed si distanzia dalla politica accomodante finora adottata per uscire dalla crisi. Le minute del meeting FOMC di mercoledì 17 febbraio avevano anticipato la decisione del rialzo del Discount Rate. E’ evidente: il focus dei banchieri centrali è sull’attesa di un diffusa ripresa delle economie per quest’anno e per il 2011. L’Ecri Future Inflation Gauge e i prezzi dei TIPS scontano un aspettativa di inflazione in rialzo al 3% per i prossimi 12-18 mesi. Nulla di preoccupante, ma sicuramente da monitorare. La tendenza è segnata e il rialzo di ieri rappresenta l’inizio di un processo di normalizzazione del differenziale tra Discount Rate e Fed Funds Rate ai livelli pre-crisi dell’1%. Il messaggio è che la crisi del credito sta definitivamente rientrando, almeno sul sistema delle banche statunitensi e inizia la fase di drenaggio della liquidità dai mercati!

La figura sotto illustra molto bene l’irripidimento della curva dei rendimenti delle scorse settimane dovuto alle attese di rialzo dell’inflazione con la compressione della parte a breve operata dalle Banche Centrali.

grafico_15

Per le Borse ciò potrebbe prolungare la fase di consolidamento in atto, in un trend di medio comunque in ripresa. Il fatto che la Fed abbia lasciato aperto il suo programma di credit easing, dovrebbe essere una garanzia di un veloce rientro di eventuali correzioni su Azioni e Corporate Bonds.

metodo-piu-semplice
Tutte le ultime su: fed
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.