NAVIGA IL SITO

Extraprofitti e banche, rischio boomerang sui titoli di Stato (Il Sole24Ore)

di Redazione Lapenna del Web 28 ago 2023 ore 09:05 Le news sul tuo Smartphone

banca_20Secondo quanto riporta Laura Serafini per il Sole24Ore in edicola sabato 26 agosto, c'è preoccupazione sui mercati riguardo all'eventuale effetto boomerang sui titoli di Stato che potrebbe essere indotto dalla tassa sugli extraprofitti bancari, la norma che introduce un'aliquota del 40% sul margine di interesse delle banche che hanno sede in Italia. Serafini sottolinea come nella voce di bilancio in questione (voce 30 del conto economico), non figurano soltanto i proventi derivanti dalla differenza tra costo di raccolta e il tasso di interesse applicato ai prestiti, bensì anche i proventi legati ai rendimenti dei bond, portando lo Stato a definire extraprofitti la remunerazione riconosciuta alle proprie obbligazioni.

"I titoli di Stato posseduti dalle banche non sono solo quelli acquistati dal luglio 2022 in poi, quindi da quando sono saliti i rendimenti come conseguenza del rialzo dei tassi di interesse da parte della Bce" scrive Serafini, che aggiunge come "la gran parte sono titoli acquistati in precedenza, quando i tassi erano a zero, e i cui rendimenti sono molto bassi: anche quelli vengono tassati al 40%, e quindi nell’ottica della norma rappresentano extraprofitti."

C'è preoccupazione infine sull'effetto della tassa sull'eventuale concezione futura dei titoli di Stato, ad oggi sono considerati in termini di vigilanza prudenziale priva di rischio, ma che nel futuro potrebbero portare le banche a dover attuare misure di gestione del rischio per la loro detenzione nei bilanci.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: bancari