NAVIGA IL SITO

Draghi fiducioso sul salvataggio di Atene (Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 24 mar 2015 ore 06:49 Le news sul tuo Smartphone

draghi_5Il quotidiano riprende le parole pronunciate ieri da Mario Draghi in una lunga audizione nell’Europarlamento di Bruxelles. Il presidente della Banca Centrale Europea ha evidenziato come la crescita in Europa abbia preso slancio, con famiglie e imprese che iniziano a beneficiare dei tassi bassi. Alla base di questa ritrovata crescita ci sono i primi effetti positivi dell’acquisto dei titoli pubblici attraverso il programma del quantitative easing.
MA il numero uno della BCE ha anche parlato della situazione greca, indicando che non vede, al momento, un rischio sistemico per l’Eurozona provocato dalla Grecia a rischio di insolvenza. Anzi si è detto fiducioso su un accordo di salvataggio di Atene con Berlino e l’Ue, tanto da considerare la fine della svalutazione dei titoli ellenici come garanzia collaterale per i prestiti bancari, imposta dal febbraio scorso. Draghi ha comunque ammonito che il governo di Tsipras deve onorare pienamente gli impegni derivanti dal debito e ha poi aggiunto che l’impoverimento della Grecia e la caduta del precedente esecutivo di centrodestra non è stata colpa della troika (Commissione Ue, Bce e Fmi).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: mario draghi , bce

Guide Lavoro

Cos'è e come funziona Inarcassa

Inarcassa è la cassa nazionale di previdenza ed assistenza per ingegneri e architetti che svolgono la loro attività come liberi professionisti e non godono di altra copertura assicurativa

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »