NAVIGA IL SITO

Draghi (Bce) su crescita economica, inflazione e capacità di tenuta agli shock

di Mauro Introzzi 7 apr 2016 ore 12:09 Le news sul tuo Smartphone

draghi_6DRAGHI (BCE), 2015 ANNO RIPRESA EUROZONA MA CALO INFLAZIONE
"Il 2015 è stato un anno di ripresa per l'economia dell'area dell'euro. L'inflazione ha tuttavia continuato a seguire una traiettoria discendente". Così il presidente della Bce Mario Draghi nel rapporto annuale dell'Eurotower.

"In questo contesto, un nodo centrale del 2015 è stato per l'area il rafforzamento della fiducia: fra i consumatori per promuovere la spesa; da parte delle imprese per riavviare le assunzioni e gli investimenti; a livello delle banche per incrementare i prestiti. Ciò è stato essenziale per alimentare la ripresa e contribuire a riportare l'inflazione verso il nostro obiettivo di tassi inferiori ma prossimi al 2%", spiega.

"Con l'avanzare dell'anno abbiamo di fatto assistito al consolidarsi della fiducia. La domanda interna ha sostituito quella esterna come motore della crescita sulla scia di un miglioramento del clima di fiducia dei consumatori. Nell'intera area dell'euro è ripartita la dinamica del credito", afferma ancora Draghi, aggiungendo inoltre che "l'occupazione ha continuato ad aumentare e i timori di deflazione, che si erano diffusi nell'area agli inizi del 2015, sono stati interamente dissipati".

 DRAGHI (BCE), INTERROGATIVI SU CAPACITA' TENUTA UE A SHOCK
"Il 2016 non sarà meno foriero di sfide per la Bce. Le prospettive per l'economia mondiale sono circondate da incertezza. Dobbiamo fronteggiare persistenti forze disinflazionistiche", aggiunge Draghi, sottolineando "il nostro impegno a onorare il mandato conferitoci continuerà a rappresentare un'ancora di fiducia per i cittadini d'Europa".

 draghi_5DRAGHI (BCE), DA STIMOLI +1,5 PUNTI PERCENTUALI PIL IN 2015-18
"Il Paa determinerà un aumento del Pil dell'area dell'euro di circa 1,5 punti percentuali nel periodo 2015-2018". Così Mario Draghi nel bollettino annuale della Bce, sottolineando che non solo la crescita ma anche l'inflazione ha beneficiato degli stimoli dell'Eurotower.

"In base alle valutazioni degli esperti dell'Eurosistema in assenza del Paa, considerando anche le misure di dicembre, l'inflazione sarebbe risultata negativa nel 2015 e sarebbe stata inferiore di oltre mezzo punto percentuale nel 2016 e di circa mezzo punto percentuale nel 2017", ha poi detto Draghi.

"Siamo intervenuti con determinazione durante l'intero anno per allontanare le minacce per la stabilità dei prezzi e assicurare l'ancoraggio delle aspettative di inflazione", ha poi ricordato Draghi. "Queste misure si sono dimostrate efficaci. Le condizioni di finanziamento hanno registrato un considerevole allentamento: dalla metà del 2014 i tassi sui prestiti bancari sono diminuiti di circa 80 punti base nell'area dell'euro, con un effetto di trasmissione equivalente, in circostanze normali, a una riduzione una tantum dei tassi di 100 punti base". (Sec/AdnKronos, da adnkronos.com)

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: mario draghi , bce
da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »