NAVIGA IL SITO

BCE: cosa ha detto Draghi nel discorso dell'8 giugno 2017

La Banca Centrale Europea ha lasciato invariata la politica monetaria. Ora spazio alla conferenza stampa del governatore Mario Draghi. Ecco il suo discorso in diretta

di Mauro Introzzi 8 giu 2017 ore 15:21

Grande attesa per la riunione della Banca Centrale Europea di oggi. Come di consueto però, più che dal meeting del Governing Council (che come nelle attese non ha modificare alcuna impostazione della politica monetaria già in essere) gli occhi degli addetti ai lavori sono puntati sulla conferenza stampa del governatore Mario Draghi, insieme al vicepresidente BCE Vítor Constâncio. Differentemente rispetto al solito la location della riunione - e della successiva conferenza stampa - non sarà a Francoforte ma a Tallinn, in Estonia.

I vertici Bce, che presenteranno anche le nuove proiezioni macroeconomiche, potrebbero prendere altro tempo, anche considerando che l'inflazione si starebbe indebolendo.

 

A partire dalle 14.30 SoldiOnline.it seguirà in diretta il discorso di Mario Draghi. Ricaricare la pagina per seguire gli aggiornamenti

 

LEGGI ANCHE: Cosa aveva detto Draghi nel discorso del 27 aprile 2017

 

IL DISCORSO DI DRAGHI IN DIRETTA

ORE 15.18 - Con un tweet la Banca Centrale Europea elenca i criteri per considerare l'area euro definitivamente fuori da ogni bisogno di intervento:

 

 

ORE 15.17 - Si chiude anche la sessione di Domande e Risposte e quindi l'intervento di Mario Draghi.

 

ORE 15.16 - Draghi ha snocciolato i dati macroeconomici degli ultimi mesi, mettendo in risalto che molti di questi risultati sono stati favoriti dall'azione della Banca Centrale Europea.

 

ORE 15.07 - Draghi ha ribadito che il programma sta andando bene e se intervenissero problemi la BCE utilizzerà la flessibilità di ricorrere a tutti gli strumenti a sua disposizione per risolverli. Il numero uno della BCE ha messo in guardia i paesi con alto debito, scarsa crescita e che non stanno implementando riforme (indirettamente quindi anche l'Italia).

 

ORE 15.04 - Draghi ha confermato che la BCE ritiene che i rischi deflazionistici siano spariti. Il consiglio ha confermato la fiducia nella forza del programma in essere.

 

ORE 14.58 - Il vicepresidente Vítor Constâncio ha descritto il ruolo di avallo all'operazione con il Santander che la BCE ha avuto nell'ambito del salvataggio dell'iberico Banco Popular.

 

ORE 14.51 - Secondo Draghi occorre essere "pazienti e fiduciosi": l'inflazione andrà verso i target in modo durevole. E' necessario essere inoltre "peristenti", continuando nel solco delle manovre in essere. Draghi ha ripetuto che se fosse necessario i programmi di acquisto saranno incrementati in durata ed entità.

 

ORE 14.47 - Nel rispondere a una domanda sul tema Mario Draghi ha dichiarato che nel corso del consiglio odierno non si è parlato di tapering.

 

mario-draghi-bceORE 14.45 - Il mercato italiano non ha cambiato impostazione dopo le scelte della Bce e le parole di Mario Draghi: il FTSEMib continua a crescere di un punto percentuale.

 

ORE 14.43 - Rispondendo una domanda a proposito Draghi ha detto tra i membri del consiglio non ci sono state posizioni sfavorevoli alle scelte prese oggi.

 

ORE 14.42 - Si chiude il discorso di Draghi, spazio alle domande dei giornalisti finanziari presenti in aula.

 

ORE 14.42 - Draghi torna a richiamare gli Stati a introdurre misure strutturali di riforma per sostenere la crescita in modo duraturo.

 

ORE 14.40 - Stanno crescendo i dati su prestiti alle imprese e prestiti alle famiglie grazie alle misure monetarie prese da giugno 2014.

 

ORE 14.38 -Nuove stime anche per l'inflazione, riviste al ribasso soprattutto a causa dei prezzi dell'energia (HICP sta per Harmonised Index of Consumer Prices - indice armonizzato dei prezzi al consumo):

 

 

ORE 14.37 -Ecco le nuove stime sulla crescita europea, riviste al rialzo:


 

ORE 14.35 - La ripresa sta aiutanto il commercio europeo, ma la mancata implementazione da parte di alcuni stati di sta rallentando la crescita.

 

draghi-mario-bceORE 14.34 - Draghi ha dichiarato che rimane necessaria una politica monetaria espansiva. Se le condizioni dovessero peggiorare la BCE è pronta a incrementare gli acquisti, in termini di entità o durata.

 

ORE 14.33 - Il numero uno BCE ha detto che l'economia cresce a un tasso migliore rispetto alle precedenti attese. I rischi della zona euro sono "bilanciati".

 

ORE 14.32 - La BCE attende questo livello dei tassi per un lungo periodo. Si va avanti con il Quantitative Easing per sostenere il livello dei prezzi e quindi l'inflazione.

 

ORE 14.30 - A Tallinn inizia la conferenza stampa di Mario Draghi. Il numero uno dell'istituto ha iniziato spiegando le scelte prese nella riunione di oggi del consiglio.

 

ORE 14.20 - L'account Twitter della Banca Centrale Europa rilancia l'appuntamento:

 

 

BCE: LE DECISIONI DELL'8 GIUGNO

ORE 13.45
Il consiglio direttivo della BCE ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%. Il Consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della BCE si mantengano su livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l’orizzonte degli acquisti netti di attività.

Quanto alle misure non convenzionali di politica monetaria, il consiglio direttivo conferma che intende condurre gli acquisti netti di attività, all’attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro, sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione.

Contestualmente agli acquisti netti sarà reinvestito il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività. Se le prospettive diverranno meno favorevoli o se le condizioni finanziarie risulteranno incoerenti con ulteriori progressi verso un aggiustamento durevole del profilo dell’inflazione, il consiglio direttivo è pronto a incrementare il programma in termini di entità e/o durata.


ASPETTANDO LA BCE

ORE 12.30
mario-draghi_2La Banca Centrale Europea dovrebbe confermare l’attuale politica monetaria espansiva: il tasso di interesse di riferimento dovrebbe restare fermo allo 0% mentre i saggi sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale dovrebbero rimanere invariati rispettivamente allo 0,25% e al -0,40%.
Invariato, nell’ambito delle misure non convenzionali di politica monetaria, dovrebbe restare anche il programma di quantitative easing modificato a fine 2016 (nella riunone dell’8 dicembre 2016) e già confermata nelle ultime sedute. Un programma che prevedeva acquisti mensili di attività per 80 miliardi di euro sino alla fine di marzo 2017 e che poi è passato a 60 miliardi di euro al mese.
Una mossa che molti hanno intravisto come un tapering occulto ma che Mario Draghi – in molte occasioni pubbliche – ha definito come una naturale evoluzione della manovra e non come una sua parte terminale.

Nelle scorse ore alcuni addetti ai lavori hanno detto la propria sulla riunione di oggi, ritenendo molto importante l'apuntamento di oggi. Secondo gli analisti di IntesaSanpaolo la riunione odierna della BCE segnerà l’inizio di una svolta molto graduale della politica monetaria anche nella zona euro.

"Tuttavia, l’inerzia dell’inflazione core giustifica una retorica ancora assai cauta; di conseguenza non ci aspettiamo altre modifiche alla guidance", hanno precisato gli esperti, secondo cui la BCE si riserverà di comunicare le decisioni sul programma di acquisto titoli dopo le elezioni tedesche.

Secondo Franck Dixmier, Global Head of Fixed Income di AllianzGI, “quando la Banca Centrale Europea muterà definitivamente direzione, dapprima ridurrà le misure straordinarie messe in atto (tapering) ed in una seconda fase rialzerà i tassi". Questo però non dovrebbe verificarsi alla prossima riunione della Banca. Al contrario, il Presidente Draghi probabilmente "metterà - secondo l'esperto - in evidenza la solida ripresa dell’Area Euro, citando la bassa inflazione core come motivo per non avviare cambiamenti importanti".

 

IL DISCORSO DI DRAGHI IN DIRETTA

Tutte le ultime su: bce , mario draghi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cos'è e come funziona Inarcassa

Inarcassa è la cassa nazionale di previdenza ed assistenza per ingegneri e architetti che svolgono la loro attività come liberi professionisti e non godono di altra copertura assicurativa

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »