NAVIGA IL SITO

BCE: cosa ha detto Mario Draghi nella conferenza del 20 luglio 2017

Tassi invariati nella riunione di luglio. Il consiglio direttivo ha confermato che intende condurre gli acquisti netti di attività, all’attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro

di Edoardo Fagnani 20 lug 2017 ore 15:24

Attesa per la riunione della Banca Centrale Europea di oggi.

Il focus degli operatori è puntato sulla conferenza stampa che il governatore Mario Draghi, insieme al vicepresidente BCE Vítor Constâncio, terrà a Francoforte.

 

LEGGI ANCHE: Cosa aveva detto Draghi nel discorso dell'8 giugno 2017

 

LA CONFERENZA DI DRAGHI

 

Ore 15.25: La conferenza stampa di Mario Draghi è terminata.

 

Ore 15.23: Mario Draghi ha ribadito che il mandato della BCE è quello di garantire la stabilità dei prezzi e non sulla crescita economica o sull'occupazione.

 

Ore 15.21: Il numero uno della BCE ha ricordato che a settembre ci saranno gli aggiornamenti sulle stime sul Pil e sull'inflazione per la zona euro. Di conseguenza, la riunione del direttivo in programma per il 7 settembre avrà più informazioni per valutare eventuali modifiche al piano di acquisto di attività.

 

Ore 15.18: A precisa domanda, Mario Draghi ha risposto che cambiare ora gli obiettivi sull'inflazione potrebbe essere altamente stabilizzante.

 

Ore 15.08: Mario Draghi ha ribadito che in autunno il consiglio direttivo della BCE potrebbe esaminare la possibilità di modificare il piano di acquisto di asset, dopo aver valutato l'andamento dell'economia e dell'inflazione. Tuttavia, il numero uno della BCE non ha fornito una data precisa.

 

Ore 15.01: L'euro è balzato oltre gli 1,155 dollari nel corso della conferenza di Mario Draghi.

 

Ore 15.00: Mario Draghi ha precisato che il programma procederà in maniera fluida.

 

Ore 14.51: Mario Draghi ha ribadito che l'inflazione non è arrivata ai livelli previsti. Per questo la politica monetaria resta accomodante.

 

Ore 14.48: Il numero uno della BCE ha segnalato che le decisioni sulla guidance futura della politica monetaria sono state prese all'unanimità e non sono state fissate date precise su eventuali cambiamenti nel Quantitative Easing.

 

Ore 14.45: Inizia la sessione delle domande dei giornalisti

 

Ore 14.44: Mario Draghi ha precisato che la politica monetaria resterà accomodante, con l'obiettivo di portare l'inflazione al target del 2%. Il banchiere ha ribadito che, nel caso in cui le prospettive diventassero meno favorevoli o se non si riuscisse a perseguire gli obiettivi sull'inflazione, la BCE sarebbe pronta a incrementare il programma di acquisto di attività in termini di ammontare e/o durata.

 

Ore 14.38: Mario Draghi ha segnalato che le indicazioni sull'inflazione sono influenzate dai prezzi dell'energia.

 

Ore 14.37: Il  numero uno della BCE ha sottolineato che i rischi sulla crescita dell'economia europea sono bilanciati.

 

Ore 14.36: Mario Draghi ha ufficializzato le indicazioni di politica monetaria decise dal Consiglio direttivo.

 

Ore 14.35: Inizia la conferenza stampa di Mario Draghi.

 

draghi-mario-bceBCE: TASSI E POLITICA

Come nelle attese il Consiglio direttivo della banca centrale ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%. Il consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della BCE si mantengano su livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l’orizzonte degli acquisti netti di attività.

Quanto alle misure non convenzionali di politica monetaria, il consiglio direttivo ha confermato che intende condurre gli acquisti netti di attività, all’attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro, sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione. Contestualmente agli acquisti netti è reinvestito il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività. Se le prospettive diverranno meno favorevoli o se le condizioni finanziarie risulteranno incoerenti con ulteriori progressi verso un aggiustamento durevole del profilo dell’inflazione, il Consiglio direttivo è pronto a incrementare il programma in termini di entità e/o durata.

 

ASPETTANDO LA BCE

Secondo gli analisti di IntesaSanpaolo, la riunione odierna della BCE dovrebbe concludersi senza novità sulle misure non convenzionali, ritenendo che ulteriori modifiche alla comunicazione saranno rimandate a settembre, quando il Consiglio avrà a disposizione le nuove stime dello staff e una valutazione più aggiornata dei rischi. "Pensiamo che a settembre la BCE annuncerà un’estensione del programma di acquisti al 2018, ma anche una riduzione del volume; tuttavia, potrebbe riservarsi di fornire i dettagli alla riunione di dicembre", hanno precisato gli esperti.

Secondo Charles McKenzie, Chief Investment Officer Obbligazionario di Fidelity International, in Europa, la crescente fiducia della BCE nell'andamento espansionistico dell'economia porterà probabilmente all'annuncio di un tapering modesto nella riunione di settembre, mentre la riduzione degli acquisti partirà da gennaio. "Ci aspettiamo che la BCE sceglierà la strada della cautela, riducendo molto gradualmente gli acquisti, e combinando il tapering con una proroga del QE fino al 2018 per attutire gli effetti complessivi sui mercati dei tassi, un aspetto d'importanza non secondaria", ha precisato l'esperto.

 

IL DISCORSO DI MARIO DRAGHI IN DIRETTA (VIDEO)

 

 

Tutte le ultime su: bce , mario draghi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »