NAVIGA IL SITO

Mes, tassi d’interesse allo 0,13%: conviene a Italia e Grecia non a Berlino, Parigi e Vienna (Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 7 lug 2020 ore 07:50 Le news sul tuo Smartphone

debito-publico-italianoIl Corriere della Sera analizza il costo del dibattuto Mes per i paesi UE e lo confronta con la possibilità di finanziarsi sul mercato. L'articolo di Giuditta Marvelli evidenzia come il Mes costerebbe su scadenze decennali lo 0,13% e quindi circa 13 milioni di euro di interesse l'anno ogni miliardo di euro, per i paesi della UE intezionati ad aderire. Nel caso del recupero di finanziamenti sul mercato ai tassi odierni la situazione invece cambiarebbe a seconda del paese richiedente. Alcuni membri della UE, in testa la Germania, sarebbero addirittura pagati con l'emissione di prestiti obbligazionari.

Secondo il quotidiano sarebbero quindi i paesi come Italia, Spagna, Grecia e Portogallo i più interessati al Mes, in quanto gli altri paesi beneficerebbero maggiormente di un collocamento di bond agli investitori. Diverso il discorso in caso di prestiti a sette anni e non a dieci, secondo quanto dichiarato da Luca Tobagi di Invesco e riportato dal quotidiano. In questo caso anche Spagna e Portogallo non avrebbero più convenienza nel Mes. Grecia e Italia invece resterebbero con il problema da risolvere e la scelta sarebbe diventata solo una questione politica.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »