NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Carta d’identità e bonifico la grande corsa degli italiani a portare i soldi in Svizzera (La Repubblica)

Carta d’identità e bonifico la grande corsa degli italiani a portare i soldi in Svizzera (La Repubblica)

di Francesca Secci 8 nov 2018 ore 08:57 Le news sul tuo Smartphone

piani-accumulo_2In un reportage, La Repubblica ha messo sotto la lente i conti nelle banche svizzere. Sembra infatti che in queste settimane la crescente instabilità economica stia preoccupando i risparmiatori italiani, che in numero crescente si stanno recando presso gli istituti bancari del suolo elvetico chiedendo di poter aprire un conto.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, aprire un conto in Svizzera (operazione peraltro semplicissima, serve munirsi soltanto della carta d'identità) non fa sparire i soldi dal radar del fisco italiano, dato che gli istituti sono comunque obbligate a comunicare a fine anno gli estratti conto.

Sembra che siano finiti i tempi in cui venivano nascoste enormi somme di denaro contante in Svizzera, dal momento che il trasferimento avviene in gran parte tramite bonifico, e le banche di norma non si prendono più la responsabilità dei passaggi in nero.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Con prestazione occasionale si intende una fattispecie di contratto attraverso il quale una parte assume l’altra a svolgere un determinato lavoro per un breve periodo di tempo Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »