NAVIGA IL SITO

I doni per l’Italia da mini-euro e greggio Pil a velocità doppia, sconti alle famiglie (La Repubblica)

di Edoardo Fagnani 6 gen 2015 ore 08:21 Le news sul tuo Smartphone

petrolio3La Repubblica ha analizzato i benefici derivanti dal recente crollo del prezzo del petrolio, che ieri a New York è scivolato sotto la soglia dei 50 dollari al barile, e dalla svalutazione dell’euro nei confronti del dollaro.
Secondo i calcoli dell’Ufficio studi di Confindustria, l’effetto del calo del prezzo del greggio porterà un beneficio dello 0,32% sul prodotto interno lordo italiano nel 2015 dello 0,59% nell’esercizio successivo. Inoltre, Gregorio De Felice, responsabile della Direzione Studi e ricerche di IntesaSanPaolo, ha segnalato che un calo del 10% del valore dell’euro, comporta un beneficio dello 0,4% per l’economia italiana. La imprese esportatrici, infatti, possono contare su 10 miliardi di vendite aggiuntive all’estero.
Ma i benefici sono anche per i consumatori, che possono contare sul calo del prezzo della benzina e sulla diminuzione delle bollette di luce e gas.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: petrolio , euro