NAVIGA IL SITO

Agenti di commercio e fiorai, la protesta dei dimenticati dal decreto-bis sui ristori (Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 11 nov 2020 ore 08:20 Le news sul tuo Smartphone

debito-publico-italianoIl Corriere della Sera si concentra sulle manovre relative al decreto Ristori di fine ottobre e al Ristori bis, con la possibilità di una aggregazione tra le due misure di sostegno alle attività economiche colpite dal fermo legato alla pandemia di Covid-19.

L'articolo di Fabio Savelli analizza le diverse situazioni in atto e gli aventi diritto al contributo a fondo perduto del 200% rapportato ai ricavi del mese di aprile 2019.

Tra le attività inserite nel decreto troverebbero spazio i negozi di beni non alimentari e non essenziali delle regioni Lombarda, Piemonte, Valle d'Aosta e Calabria. Sarebbero molte invece, secondo il quotidiano, le attività escluse e che non avrebbero gradito il nuovo decreto. Tra queste i fioristi, che avrebbero subito gravi danni, e gli agenti di commercio oltre che i rappresentati.

Una risposta, a sostegno degli esercenti, sarebbe arrivata anche dai tributaristi che avrebbero evidenziato altre categorie fortemente penalizzate dal decreto, portando ad esempio il commercio di calzature.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: decreto ristori

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »