NAVIGA IL SITO

Webuild, gli ordini nei primi nove mesi del 2023

di Edoardo Fagnani 10 nov 2023 ore 07:31 Le news sul tuo Smartphone

webuildWebuild ha comunicato che da inizio anno il totale dei nuovi ordini acquisiti e in corso di finalizzazione da inizio anno ammonta a 22 miliardi di euro ed include 4,1 miliardi di progetti per i quali Webuild è risultata migliore offerente.

Questi ultimi verranno inclusi nel backlog del gruppo al ricevimento della notifica ufficiale di aggiudicazione della gara da parte del Committente. I nuovi ordini riportati non includono i lavori relativi alla costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina e delle connesse opere ferroviarie e stradali.

Il management di Weuild ha puntualizzato che l’attuale backlog ordini, che dovrebbe superare già a fine 2023 il target atteso di fine Piano al 2025, copre il 100% dei ricavi ed EBITDA target per il 2023-2025.

La pipeline commerciale di breve termine del gruppo ammonta a circa 51,7 miliardi di euro e include gare presentate e in attesa di aggiudicazione per circa 15,6 miliardi.

Webuild ha segnalato che, allo stato attuale, l’evoluzione dell’attività commerciale, del business e delle iniziative di efficientamento avviate consentono di battere la guidance finanziaria del 2023.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: webuild , terzo trimestre 2023