NAVIGA IL SITO

Via a Poste sul mercato, azioni ai dipendenti (Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 16 gen 2014 ore 08:22 Le news sul tuo Smartphone
Il quotidiano di Via Solferino indica che è decollata definitivamente la privatizzazione di Poste Italiane, che andrà sul mercato con una quota massima del 40% entro l'anno, di cui il 5% riservato in modo gratuito ai 140mila dipendenti della società guidata da Massimo Sarmi. Poste sbarcherà a Piazza Affari entro l'anno, sembra a partire da luglio e secondo opportunità sul mercato. La speranza del Governo è quella che le condizioni favorevoli del mercato persistano in futuro, aiutando così il collocamento del gruppo.
Ieri ne ha parlato il comitato permanente per le privatizzazioni, che ha poi analizzato gli altri dossier per la cessione delle quote detenute direttamente o indirettamente dal Tesoro in Eni, Enav e Sace. Con il fine di incassare 12 miliardi di euro entro l'anno.
Se la due diligenze dovesse far lievitare la quotazione della totalità del gruppo a 13-14 miliardi di euro il Tesoro incasserà tra i 4,5 e i 5 miliardi di euro al netto del 5% riservato ai dipendenti.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: ipo poste italiane , poste italiane