NAVIGA IL SITO

Cimbri: 'UnipolSai in anticipo sui piani. Pronti a crescere all’estero' (Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 18 dic 2014 ore 07:12 Le news sul tuo Smartphone

unipolsai3Il quotidiano ha intervistato Carlo Cimbri, numero uno del gruppo UnipolSai. Il manager ha dichiarato che il colosso assicurativo è in anticipo sui piani di integrazione dopo la fusione (tra le operazioni di integrazione più grandi e complesse compiute in Italia) e che si sente pronto per crescere sui mercati esteri. Il percorso di fusione, che dovrebbe concludersi a fine 2015, è a due terzi circa e dal prossimo anno i vertici della società inizieranno a pensare al triennio successivo.
Cimbri, più che dei giudizi delle agenzie di rating si è detto preoccupato di ciò che potrebbe accadere con l’applicazione dal 2016 del nuovo quadro regolatorio europeo del settore Solvency 2 perché  se vengono introdotti parametri che differenziano in modo consistente i premi di rischio dei singoli Paesi, la conseguenza sarà una diversa allocazione degli investimenti.
Sul dividendo Cimbri ha detto che se i risultati confermeranno le attese (compresa la solidità patrimoniale) la società non si discosterà dal payout compreso fra il 60 e l’80% (come previsto dal piano industriale).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: carlo cimbri , unipolsai