NAVIGA IL SITO

Unipol informa su Aurora (2)

di La redazione di Soldionline 15 mar 2007 ore 16:25 Le news sul tuo Smartphone
Il completamento del progetto, con il perfezionamento di tutte le operazioni, è previsto entro il mese di luglio 2007. I Conferimenti saranno sottoposti alla preventiva autorizzazione dell’ISVAP alla quale saranno soggetti, tra l’altro, lo svolgimento dell’attività assicurativa da parte di Nuova Unipol Assicurazioni e di Nuova Aurora Assicurazioni, nonché il trasferimento in favore delle stesse delle aziende assicurative rispettivamente di Unipol e di Aurora. Nell’ambito dell’Operazione, è richiesta inoltre l’autorizzazione della COVIP all’esercizio dell’attività di gestione di fondi pensione aperti svolte da Unipol e Aurora, in conformità alla normativa applicabile. In relazione al Conferimento di Unipol, sarà sottoposta all’Assemblea straordinaria dei soci di Unipol la modifica dell’oggetto sociale della società. Infatti, per effetto del Conferimento, Unipol cesserà di esercitare in via diretta l’attività assicurativa e assumerà le caratteristiche di una holding di partecipazioni e di servizi, denominata “Unipol Gruppo Finanziario S.p.A.”. Agli Azionisti di Unipol che non concorreranno all’assunzione della delibera di modifica dell’oggetto sociale in conseguenza del Conferimento di Unipol, spetterà il diritto di recesso ai sensi dell’art. 2437, comma 1, lettera a), del codice civile. E’ tuttavia previsto che il Conferimento di Unipol trovi esecuzione soltanto se il controvalore complessivo dei recessi (e dunque l’esborso complessivo che la Società si potrebbe trovare a sostenere per far fronte al rimborso del valore di liquidazione delle azioni, ordinarie e privilegiate, di Unipol per le quali sia stato esercitato il diritto di recesso) non superi l’importo complessivo di Euro 100 milioni. Unipol si riserva in ogni caso la facoltà di dare esecuzione al conferimento e alla modifica del proprio oggetto sociale anche nell’ipotesi in cui il valore di rimborso di tutte le azioni oggetto di recesso ecceda il predetto importo di Euro 100 milioni. Sulla base delle valutazioni effettuate dagli advisors finanziari, il rapporto di cambio stabilito per la fusione è stato determinato in · numero 0,510 azioni ordinarie e n. 0,314 azioni privilegiate di Unipol, tutte prive di valore nominale, per ogni azione ordinaria di Aurora, da nominali Euro 0,27 cadauna Il rapporto di cambio è stato determinato dai competenti organi delle due società sulla base delle metodologie valutative comunemente accettate. A tal fine Unipol si è avvalsa del supporto di Mediobanca – Banca di Credito Finanziario, mentre Aurora è stata assistita da Credit Suisse. La società di revisione Deloitte & Touche S.p.A. è stata designata dal Tribunale di Bologna quale esperto comune per le valutazioni relative alla congruità del rapporto di cambio e all’adeguatezza delle metodologie adottate ai fini della sua determinazione. Unipol emetterà al servizio del concambio azioni ordinarie e privilegiate attribuendo agli Azionisti di Aurora che parteciperanno alla fusione un numero di azioni ordinarie e privilegiate Unipol determinato in base alla proporzione attualmente esistente fra le due categorie di azioni in Unipol. Per soddisfare il rapporto di cambio, in conseguenza della fusione, Unipol aumenterà il proprio capitale sociale per massimi Euro 31.660.363, mediante emissione di massime n. 19.595.613 nuove azioni ordinarie e di massime n. 12.064.750 nuove azioni privilegiate, in base alla proporzione attualmente esistente fra le due categorie di azioni nell’incorporante, secondo il rapporto di cambio. Il progetto di fusione sarà sottoposto all’approvazione delle Assemblee straordinarie di Unipol e di Aurora. L’Assemblea dei soci di Unipol, già convocata in data 23, 24 e 27 aprile, rispettivamente in prima, seconda e terza convocazione per approvare le modifiche statutarie di Unipol connesse al Conferimento del ramo d’azienda assicurativo di quest’ultima in favore di Nuova Unipol Assicurazioni, sarà dunque chiamata ad approvare nella medesima sede, ma quale punto distinto all’ordine del giorno, anche il progetto di fusione. L’Assemblea dei soci di Aurora sarà convocata entro il mese di maggio 2007 per approvare il progetto di fusione. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.