NAVIGA IL SITO

UniLand prende atto delle dimissioni di Mezzini

di Edoardo Fagnani 4 feb 2011 ore 21:19 Le news sul tuo Smartphone
Il cda di UniLand ha deciso di prendere atto e accettare le dimissioni dell’Ing. Alberto Mezzini da tutte le cariche sociali detenute nelle società controllate dalla società immobiliare.
Inoltre, UniLand ha comunicato che con particolare riferimento alla valutazione degli immobili posseduti dal gruppo, l'Ordinanza emessa dal Gip il 24 gennaio 2011 sancisce che i periti nominati dalla Procura della Repubblica di Bologna e dalla Procura della Repubblica di Tivoli hanno ipotizzato valori notevolmente inferiori a quelli determinati nelle perizie di conferimento e successivamente riportati nei Bilanci annuali e nelle situazioni infrannuali della società. Si tratta di differenze afferenti le stime del conferimento del Gruppo CEM, effettuato il 28 Febbraio 2006, e del conferimento effettuato dalla Società TRAGHETTO SRL il 30 Dicembre 2006. Tali differenze, riguardanti principalmente terreni già edificabili od in procinto di diventare edificabili situati in San Lazzaro di Savena (BO), Ravenna e Ferrara, e connesse in alcuni casi ad una diversa valutazione dell’iter urbanistico in corso, ove anche venissero riportate nei bilanci della società e delle sue controllate, determinerebbero una riduzione per quasi 200 milioni di euro del patrimonio netto consolidato della società, patrimonio che risultava al 30 settembre 2010 pari ad 359 milioni e che quindi resterebbe comunque pari a circa 160 milioni.
UniLand ha precisato che i valori determinati dalle contestate perizie di conferimento hanno formato oggetto, negli ultimi esercizi, di specifica valutazione con cadenza semestrale, l’ultima delle quali il 30 giugno 2010, da parte di una società altamente specializzata del settore, la quale non ha mai ravvisato la necessità di svalutazioni se non in misura modesta. Inoltre, la società evidenzia che a oggi non vi sono state cessioni di beni oggetto di contestazione che abbiano determinato minusvalenze rilevanti.


Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: uniland