NAVIGA IL SITO

Unicredit, 900 milioni di utili nel primo trimestre 2017

Unicredit ha chiuso i primi 3 mesi del 2017 con utili pari a 907 milioni di euro, in salita di circa il 40% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. In rialzo tutti i principali aggregati economici

di Mauro Introzzi 11 mag 2017 ore 08:30

Unicredit ha chiuso i primi 3 mesi del 2017 con utili pari a 907 milioni di euro, in salita di circa il 40% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. In rialzo tutti i principali aggregati economici. In calo le esposizioni deteriorate lorde.

 

UNICREDIT, CONTI ECONOMICI DEL PRIMO TRIMESTRE 2017

Unicredit ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi pari a 4,8 miliardi di dollari, in rialzo del 3,4% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.
Il margine di interesse si è stabilizzato a 2,6 miliardi, in flessione del 2,5% rispetto al primo trimestre 2016 mentre le commissioni sono salite del 4,5% su base annua a 1,5 miliardi di euro.
In calo i costi totali a 2,9 miliardi di euro, più bassi del 3% rispetto al primo trimestre 2016. Il rapporto costi/ricavi si è attestato al 59,7%, in flessione di 3,9 punti percentuali su base annua.
unicredit-logoIl margine operativo lordo si è attestato a 1,9 miliardi, in crescita del 14,6% su base annua.
Le rettifiche su crediti sono scese a 670 milioni, in flessione dell’11,8% dal primo trimestre 2017.
L’utile netto di gruppo è così aumentato a 907 milioni, in crescita del 40,6% rispetto ai 645 milioni dello stesso periodo del 2016. La nota evidenzia come la posta sia stata sostenuta “da ricavi da negoziazione straordinariamente elevati, un’ottima generazione di commissioni e minori rettifiche su crediti”.

 

UNICREDIT, CREDITI A CLIENTELA E ESPOSIZIONI DETERIORATE

A fine marzo i crediti verso la clientela si sono attestati a 419,3 miliardi, in salita dello 0,3% rispetto a fine 2016.
Le esposizioni deteriorate lorde si sono ridotte di circa il 30% negli ultimi dodici mesi, assestandosi a 55,3 miliardi, con un rapporto tra le esposizioni deteriorate lorde e il totale crediti che si è ridotto all’11,4%., in calo di 0,4 punti percentuali rispetto a fine 2016.
Le esposizioni deteriorate nette sono diminuite a 24,2 miliardi di euro, in calo del 3,4% rispetto a fine 2016 e del 35,6% rispetto a 12 mesi prima, perfettamente in linea con l’obiettivo di 20 miliardi da raggiungere nel 2019.

 

UNICREDIT, RATIO PATRIMONIALI A FINE PRIMO TRIMESTRE 2017

Il CET1 ratio fully loaded si è attestato all'11,45%, in miglioramento di 30 punti base rispetto al CET1 ratio registrato a fine 2016 (dopo l'aumento di capitale) e di 100 punti base rispetto a 12 mesi prima.
A fine marzo il CET1 ratio transitional era migliorato all'11,71%, il Tier 1 ratio transitional al 12,65% e il Total Capital ratio transitional al 15,2%. La nota del gruppo rileva che tutti gli indicatori superano i requisiti patrimoniali

 

UNICREDIT, AGGIORNAMENTI DAL PIANO INDUSTRIALE

Unicredit, nella nota a corredo della trimestrale, ha aggiornato sull’implementazione del piano denominato Transform 2019. Il programma procede secondo le attese del gruppo. L’aumento di capitale da 13 miliardi si è concluso con successo, con un incremento dei ratio patrimoniali, la qualità dell’attivo sta migliorando grazie al calo delle esposizioni deteriorate (anche grazie alla loro cessione nell’ambito del progetto FINO). La trasformazione del modello operativo, infine, genera un aumento dell'efficienza operativa.

Tutte le ultime su: unicredit , primo trimestre 2017
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.