NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » UBI Banca, i conti 2017 e il dividendo 2018

UBI Banca, i conti 2017 e il dividendo 2018

UBI Banca ha chiuso il 2017 con un utile dell’esercizio a 690,6 milioni e un utile al netto delle componenti non ricorrenti a 188,7 milioni. Dividendo proposto a quota 0,11 euro

di Mauro Introzzi 9 feb 2018 ore 08:26

UBI Banca ha chiuso il 2017 con un utile dell’esercizio a 690,6 milioni di euro e un utile al netto delle componenti non ricorrenti a 188,7 milioni di euro. Dividendo 2018, sui conti del 2017, a quota 0,11 euro.

 

GUARDA: Victor Massiah commenta i conti 2017 di UBI Banca (video)

 

UBI BANCA, CONTI ECONOMICI DEL 2017

UBI Banca ha chiuso il 2017 con proventi operativi pari a 3,58 miliardi di euro, in crescita di circa 459 milioni rispetto ai conti 2016, mentre gli oneri operativi (che non riflettono ancora i risparmi di costo previsti dal Piano Industriale), si sono attestati a 2,43 miliardi, in crescita di 274 milioni rispetto ai costi 2016.

I risultati consolidati del gruppo per l’esercizio 2017 includono, a partire dal 1 aprile 2017, i conti delle 3 banche recentemente acquisite

 

ubibanca-logoL’esercizio 2017 si è chiuso per il gruppo con un utile contabile di 690,6 milioni di euro (rispetto a una perdita di 830,2 milioni per UBI stand alone nel 2016) ed un utile al netto delle componenti non ricorrenti a 188,7 milioni di euro (rispetto a una perdita di 474,4 milioni per UBI stand alone nel 2016).

 

UBI BANCA, AGGREGATI PATRIMONIALI A FINE 2017

Al 31 dicembre 2017, gli impieghi netti verso la clientela erano pari a 92,3 miliardi, risultando in flessione di 1,4 miliardi rispetto ai 93,8 miliardi di dicembre 2016.

A fine dicembre 2017, lo stock di crediti deteriorati lordi era pari a 12,65 miliardi, in calo dell’1,6% rispetto a settembre 2017 e pari al 13% del totale crediti lordi. I crediti deteriorati netti erano pari invece a 8,16 miliardi, dagli 8,42 miliardi di settembre 2017, rappresentando l’8,8% del totale dei crediti netti.

 

UBI BANCA, I RATIO PATRIMONIALI DI FINE 2017

In termini di indici patrimoniali, a fine 2017 il CET1 ratio fully loaded era pari all’11,43% (11,54% a settembre 2017); il CET1 ratio phased in si attestava all’11,56% (11,65% a settembre 2017).

A fine anno, il Total Capital Ratio risultava pari, in termini fully loaded, al 13,99%, e in termini phased in al 14,13% (era rispettivamente il 14,20% e il 14,32% a fine settembre 2017).

 

DIVIDENDO 2018 UBI BANCA

I vertici di UBI Banca propongono all’assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo unitario di 0,11 euro, pari a un monte dividendi di massimi 125,5 milioni di euro. Il dividendo 2018 UBI Banca, se deliberato dall’assemblea nella misura proposta, sarà messo in pagamento con data di stacco e data di pagamento rispettivamente il 21 e il 23 maggio 2018.

 

UBI BANCA, OPERAZIONI SUI CREDITI

L'istituto ha deliberato la vendita - nel corso dei prossimi 3 anni - di un pacchetto significativo di crediti deteriorati al fine di accelerare il raggiungimento di un ratio di crediti deteriorati lordi inferiore al 10% a cavallo tra il 2019 e il 2020, in funzione delle condizioni di mercato.

Complessivamente l’impatto negativo della First Time Adoption sul patrimonio netto contabile all’1 gennaio 2018 è stimato in via preliminare in circa euro 930 milioni, al lordo dell’effetto fiscale teorico. L’impatto fully loaded della First Time Adoption dell’IFRS9 è atteso, inclusivo di tutte le componenti previste, complessivamente pari a circa -12 punti base stimati sul CET1.

Tutti gli articoli su: ubi banca , dividendi , bilanci 2017 Quotazioni: UBI BANCA
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Per legge italiana è il lavoro agile. Per quasi tutti è lavorare da casa. Vediamo cos'è lo smart working, il modo di lavorare che può cambiare la vita Continua »

da

ABCRisparmio

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese per istruzione. Tra queste ci sono quelle per l'asilo, le scuole e l'università. Continua »