NAVIGA IL SITO

Trimestrali banche italiane: le condizioni operative favorevoli sostengono la performance

Le banche italiane continuano a generare forti profitti anche se il picco del margine di interesse è stato superato

di Redazione Lapenna del Web 27 mag 2024 ore 10:56

banca_20Alessandro Boratti - lead analyst di Scope Ratings per le banche italiane - ha analizzato i risultati trimestrali delle banche italiane. L'esperto sostiene che gli istituti continuano a generare forti profitti anche se il picco del margine di interesse è stato superato. Infatti, Alessandro Boratti ha evidenziato che i ricavi sono cresciuti nel 1° trimestre, grazie al forte rimbalzo delle commissioni, mentre la crescita dei costi è stata contenuta e il costo del rischio ha raggiunto un nuovo minimo di 33 punti base, grazie alla solida performance dei prestiti.

L'esperto non si aspetta ancora che le banche raggiungano i risultati del 2023, ma potrebbe esserci un rialzo grazie a un più lento riprezzamento dei depositi, a ritardi nei tagli dei tassi della BCE e a un deterioramento meno grave della qualità del credito.

Secondo Alessandro Boratti, l'emendamento del governo al decreto sul Superbonus ha fugato i timori di un'estensione retroattiva della scadenza dei crediti d'imposta legati agli ecobonus. Tuttavia, scrive l'esperto, il rischio di un intervento politico rimane elevato e l'esposizione delle banche a questi crediti d'imposta è in alcuni casi significativa. Per campione di istituti di credito italiani di Scope Ratings, l'esperto stima che l'esposizione rappresenti fino al 7% dei crediti in bonis e abbia contribuito tra lo 0,5% e il 6,5% dei ricavi nel 1° trimestre, mentre l'aumento delle riserve di capitale potrebbe incoraggiare le attività di fusione e acquisizione. I coefficienti CET1 delle banche, riporta Alessandro Boratti, sono saliti ulteriormente al 15,3% nel 1° trimestre e alcuni istituti di credito detengono ora consistenti eccedenze di capitale che potrebbero essere utilizzate per rafforzare le loro posizioni di mercato.

Nel 1° trimestre 2024, il campione di otto banche italiane di Scope Ratings - IntesaSanpaolo, UniCredit, BancoBPM, Banca Monte dei Paschi di Siena, BPER Banca, Mediobanca, Credito Emiliano e Banca Popolare di Sondrio - ha registrato il primo calo trimestrale del margine di interesse dal 1° trimestre del 2021, con l'affievolirsi dell'effetto positivo del rialzo dei tassi.

Tutte le ultime su: primo trimestre 2024 , bancari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.