NAVIGA IL SITO

Trevi Group approva la manovra finanziaria. Ecco i dettagli

Secondo il management, Trevi Group sarà in grado di raggiungere, già a partire dal, ratio finanziari consolidati che attesteranno una situazione risanata

di Edoardo Fagnani 18 lug 2019 ore 07:48

Il consiglio di amministrazione di Trevi Group ha approvato alcune deliberazioni in merito all’operazione di rafforzamento patrimoniale e ristrutturazione dell’indebitamento del gruppo.

trevi-logo-marchioLa società ha ricordato che la manovra finanziaria prevista dall’accordo di ristrutturazione è finalizzata a mettere in sicurezza il gruppo, attraverso il riequilibrio della situazione finanziaria e patrimoniale e il conseguente superamento dell’attuale situazione di crisi e di incertezza sulla continuità aziendale, oltre a tornare a livelli di fatturato e di marginalità pre-crisi. Secondo il management, Trevi Group sarà in grado di raggiungere, già a partire dall’esercizio 2020, ratio finanziari consolidati che attesteranno una situazione finanziaria e patrimoniale sostenibile e risanata.

 

Nel dettaglio, l'operazione prevede un aumento di capitale da offrirsi in opzione ai soci per un importo pari a 130 milioni di euro, garantito in parte (sino 77,4 milioni) dai soci FSII e Polaris e, per la parte residua (massimo di 52,6 milioni), dalle banche finanziatrici, che si impegneranno a utilizzare in compensazione crediti vantati nei confronti di Trevi Group.

Inoltre, alle banche finanziatrici sarà riservato un aumento di capitale per un importo massimo pari a circa 63,1 milioni di euro, da determinarsi a seconda dell’ammontare di aumento di capitale in opzione che non risultasse sottoscritto dagli azionisti e/o dal mercato e che dovesse essere pertanto sottoscritto dalle banche. Anche questo aumento sarà sottoscritto tramite la compensazione di crediti vantati dalle banche nei confronti della società; tuttavia, l’importo massimo di crediti che saranno convertiti non potrà in alcun caso eccedere l’importo di 284 milioni di euro.

E' previsto un ulteriore aumento di capitale, fino ad un massimo di 20 milioni di euro, riservato agli azionisti della società che risultino tali prima dello stacco del diritto di opzione relativo all’aumento in opzione.

Trevi Group ha aggiunto che il piano di ristrutturazione prevede la concessione ed erogazione di nuova finanza per cassa, la conferma delle linee di credito esistenti e la messa a disposizione di nuove linee di credito per firma a supporto del piano per un importo massimo complessivo pari a circa 200 milioni di euro.

Inoltre, la società ha segnalato che i proventi netti derivanti dall’operazione di dismissione delle società operanti nel settore dell’Oil&Gas in favore di MEIL saranno utilizzati per il rimborso dell’indebitamento gravante su tali società, previo accollo liberatorio di tali esposizioni da parte di Trevifin.

 

Infine, in linea con gli accordi di manovra oggi approvati, il consiglio di amministrazione ha deliberato la proposta di raggruppamento azionario, articolata in un primo raggruppamento di azioni ordinarie secondo un rapporto di un'azione ordinaria ogni 100 azioni esistenti da eseguirsi prima dell’avvio dell’aumento di capitale in opzione e in un secondo raggruppamento da eseguirsi in base al medesimo rapporto di 1 a 100 successivamente all’esecuzione dell’aumento di capitale in opzione.

Tutti gli articoli su: trevi Quotazioni: TREVI FIN IND
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Vediamo quali sono le principali scadenze fiscali per il mese di settembre 2019. Tratteremo in particolare quelle che riguardano le persone fisiche. Continua »