NAVIGA IL SITO

Tod's (-5,1%) guida il calo delle società del lusso

di Edoardo Fagnani 12 mar 2014 ore 17:52 Le news sul tuo Smartphone
Vendite sulle società del lusso.
In forte ribasso Tod’s (-5,14% a 94,15 euro). La società ha chiuso il 2013 con ricavi per 967,5 milioni di euro, in aumento dello 0,5% rispetto ai 963,1 milioni realizzati nell’esercizio precedente. In peggioramento l’utile netto, che si è ridotto da 145,46 milioni a 133,78 milioni. A fine 2013 la posizione finanziaria netta era positiva per 181,1 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto ai 103,7 milioni di inizio anno. Il management di Tod’s ha proposto la distribuzione di un dividendo di 2,7 euro per azione. Dopo la diffusione dei dati di bilancio gli analisti di Mainfirst Bank hanno tagliato da 100 euro a 88 euro il prezzo obiettivo su Tod’s, in seguito alla riduzione delle stime per il triennio 2014/2016. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Underperform” (farà peggio del mercato). Indicazione simile da Jp Morgan, che ha sforbiciato da 102 euro a 92 euro il target price sulla società, in conseguenza alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il biennio 2014/2015. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Neutrale”. Anche Equita sim ha tagliato a 92 euro il prezzo obiettivo su Tod's. Gli esperti hanno confermato l'indicazione di ridurre l'esposizione del titolo in portafoglio. Una mezza bocciatura anche da Nomura, che ha tagliato da 105 euro a 99 euro per azione la valutazione sulla società.
Salvatore Ferragamo ha terminato la giornata in rosso (-2,85% a 22,17 euro). La società ha chiuso il 2013 con un utile netto di 150 milioni di euro rispetto ai 106 milioni dell'esercizio precedente, segnando un incremento del 43%. Sulla base di queste indicazioni, il consiglio di amministrazione proporrà la distribuzione di 0,40 euro per azione. Dopo la diffusione dei dati di bilancio gli analisti di Equita sim hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulla società, portandolo da 22 euro a 22,5 euro. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere). Al contrario, Nomura ha limato da 26,5 euro a 26 euro il target price su Salvatore Ferragamo, in seguito alla riduzione delle stime sul fatturato e sulla redditività per il biennio 2015/2016. Gli analisti hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Sulla stessa lunghezza d’onda Kepler Cheuvreux che ha portato il target price su Salvatore Ferragamo da 23 euro a 22,5 euro, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il biennio 2014/2015. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Hold”.
YOOX ha ceduto il 3,5% a 29,82 euro. Gli analisti di Banca IMI hanno alzato da 32,1 euro a 34,2 euro il prezzo obiettivo sulla società. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di accumulare le azioni in portafoglio. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.