NAVIGA IL SITO

TerniEnergia risolve le joint-venture con EDF

Il consiglio di amministrazione di TerniEnergia ha approvato un accordo con EDF EN Italia, che prevede il trasferimento a quest'ultima della quota pari al 50% del capitale sociale della joint-venture Energie, proprietaria di 13 impianti fotovoltaici di taglia industriale per complessivi 16,5 MWp. Il valore degli asset sarà determinato sulla base della somma algebrica dell’Enterprise Value, relativo al 100% della joint-venture, pari a 61,6 milioni di euro, e della posizione finanziaria netta rettificata risultante dal bilancio di esercizio della società a fine 2012. Il prezzo della quota di TerniEnergia sarà, dunque, pari al 50% di questo valore.
Inoltre, il consiglio di amministrazione di TerniEnergia ha approvato la concessione in favore di EDF EN Italia di un’opzione in base alla quale quest’ultima ha la facoltà di cedere la quota pari al 50% del capitale sociale della JV Energia Alternativa, proprietaria di 12 impianti fotovoltaici per 13,9 MWp, entro il 30 giugno 2013. In caso di esercizio di questa opzione, TerniEnergia sarà impegnata ad acquistare la quota suddetta. Le parti hanno già stabilito l’eventuale modalità di determinazione del prezzo di compravendita, seguendo un criterio analogo a quello dell’operazione relativa alla JV Energie. In particolare, il valore degli asset sarà determinato sulla base della somma algebrica dell’Enterprise Value relativo al 100% della joint-venture, pari a 54,3 milioni di euro, e della posizione finanziaria netta rettificata risultante dal bilancio infra-annuale redatto alla data di efficacia della cessione. Il prezzo della quota di EDF EN Italia sarà, dunque, pari al 50% di questo valore.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.