NAVIGA IL SITO

Telecom Italia, il management risponde a Elliott

I vertici valuteranno di proporre al consiglio di amministrazione la reintroduzione di una progressiva politica di distribuzione di dividendi ordinari

di Edoardo Fagnani 18 apr 2018 ore 09:16

I vertici di Telecom Italia hanno deciso di rispondere ufficialmente a Elliott, puntando il dito contro le scelte strategiche avanzate dal fondoattività statunitense.

 

Il management di Telecom Italia ritiene che il piano strategico relativo al triennio 2018/2020 presentato lo scorso marzo sia il percorso migliore per lo sviluppo industriale della società e rappresenti la migliore strategia per creare un modello di crescita sostenibile e per la creazione di valore nel lungo periodo per tutti gli azionisti, con conseguente atteso apprezzamento del titolo.

 

telecom-tim-logoSecondo il management, il piano presentato dal fondo Elliott propone una riduzione significativa dell’attuale perimetro della società tramite il deconsolidamento della rete domestica di telefonia fissa, l'ulteriore riduzione della quota di TIM in Inwit (inclusa l’ipotesi di vendita totale della partecipazione) e la vendita di una quota di controllo di Sparkle.

Inoltre, Elliott propone anche una possibile aggregazione di TIM Brazil con un altro operatore locale.

I vertici di Telecom Italia ritengono che questa strategia non sia coerente con il piano strategico.

 

Al contrario, il management della compagnia telefonia ritiene che la strategia promossa per NetCo (separazione legale con controllo del 100%) sia l’operazione più opportuna nell’attuale contesto e quadro normativo.

Inoltre, con riferimento una possibile aggregazione di TIM Brazil con un altro operatore locale, una combinazione con un operatore locale come OI (l’opzione maggiormente soggetta a speculazioni, per la sua potenziale rilevanza) potrebbe portare ad una pressione finanziaria ulteriore nel breve termine per Telecom Italia, dato il profilo finanziario di OI e, di conseguenza, metterebbe a rischio il successo del piano strategico, poiché cambierebbe drasticamente il profilo di generazione di cassa del business di TIM Brazil, oltre ad incrementarne il profilo di rischio.

 

Il management di Telecom Italia ha aggiunto che valuterà di proporre al consiglio di amministrazione la reintroduzione di una progressiva politica di distribuzione di dividendi ordinari, una volta che la società abbia raggiunto i requisiti di rating dell’investment grade (emittente non speculativo); il management si aspetta che questo possa avvenire entro l’orizzonte temporale del piano strategico.

 

Infine, la possibile conversione delle azioni di risparmio in azioni ordinarie viene monitorata e valutata in maniera ricorrente dal management, in attesa del verificarsi delle giuste condizioni. Tuttavia, la decisione finale sulla conversione delle azioni di risparmio spetta in ogni caso al consiglio di amministrazione e agli azionisti di Telecom Italia.

Tutte le ultime su: telecom italia
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Le categorie catastali sono una classificazione degli immobili urbani che indica la destinazione d'uso degli immobili stessi. Ecco cosa e quali sono. E a cosa servono Continua »