NAVIGA IL SITO

TeamSystem, l'IPO per ridurre il debito

Eventuali acquisizioni saranno finanziate con i flussi di cassa generati dall’attività dell’azienda. La priorità dei vertici di TeamSystem resta la crescita del gruppo, espansione che potrà avvenire sia per linee esterne - la società guarda ad aziende di dimensioni medio-piccole attive nello stesso settore oppure in segmenti di mercati sinergici - che per linee interne, attraverso lo sviluppo di nuovi prodotti. La politica dei dividendi passa, in questo modo, in secondo piano.

di La redazione di Soldionline 15 dic 2004 ore 15:10

Previsioni
I vertici di Teamsystem non hanno potuto fornire stime puntuali sui dati finanziari per l'esercizio in corso.
Nel prospetto informativo, il management dell'azienda si è limitato a indicare, sulla base dei risultati realizzati nella prima metà del 2004 e sugli obiettivi di budget fissati per la seconda parte dell'anno, una probabile crescita dei principali indicatori di conto economico (fatturato, margine operativo lordo e risultato operativo). Prevista anche una crescita dell'utile netto, al lordo di eventuali effetti derivanti dalla quotazione dell'azienda.
Tuttavia, partendo dall'ipotesi di stagionalità praticamente nulla (nel 2003 il fatturato di TeamSystem è stato praticamente simile nel primo e nel secondo semestre) e supponendo, per sicurezza, un ritmo di crescita leggermente inferiore a quello realizzato nella prima parte del 2004, il fatturato totale del gruppo nell'esercizio in corso potrebbe attestarsi nell'ordine dei 65-70 milioni di euro, rispetto ai 58,4 milioni (dato proforma) realizzati nel 2003. Ragionando sempre sulla base di queste ipotesi, il margine operativo lordo potrebbe attestarsi in un intorno compreso tra i 25 e i 30 milioni di euro, rispetto al dato proforma di 23,1 milioni dello scorso esercizio, mentre l'utile netto potrebbe raggiungere i 5 milioni di euro.
Il gruppo TeamSystem presenta un indebitamento netto di 58,5 milioni di euro (dato al 30 giugno), con un'esposizione verso il settore bancario di quasi 80 milioni. L'operazione di quotazione prevede il lancio di un aumento di capitale per 7,2 milioni di nuove azioni. Nel caso in cui il prezzo di offerta delle azioni TeamSystem fosse fissato al prezzo massimo (10 euro), la società potrebbe raccogliere nuova liquidità per 72 milioni di euro (al lordo dei costi di commissione). Queste nuove risorse, come puntualizzato dal management dell'azienda, serviranno principalmente per ridurre l'esposizione del gruppo nei confronti degli istituti bancari.
Eventuali acquisizioni saranno finanziate con i flussi di cassa generati dall'attività dell'azienda. La priorità dei vertici di TeamSystem resta la crescita del gruppo, espansione che potrà avvenire sia per linee esterne - la società guarda ad aziende di dimensioni medio-piccole attive nello stesso settore oppure in segmenti di mercati sinergici - che per linee interne, attraverso lo sviluppo di nuovi prodotti. La politica dei dividendi passa, in questo modo, in secondo piano, compatibilmente con gli utili realizzati dalla capogruppo e le riserve a disposizione della stessa.

Multipli
La marginalità di TeamSystem è decisamente elevata. Prendendo come riferimento i dati relativi al 2003, il rapporto tra margine operativo lordo e fatturato (Ebitda margin) si è attestato al 41,7% (39,5% proforma), rispetto al 39,8% del 2002, ma in calo dal 42,9% dal 42,9% del 2001. Il rapporto tra risultato operativo e ricavi (Ebit margin) nel 2003 è stato pari al 38,0%, contro il 37,8% del 2002 e il 40,7% del 2001. Tuttavia il dato proforma del 2003 è pari al 24,6%, penalizzato dell'ammortamento della differenza di consolidamento (6,3 milioni di euro), dovuta al reverse merger con SoftwareTeam.
I margini si sono mantenuti elevati anche nel primo semestre del 2004. I dati forniti dalla società nel prospetto informativo, indicano che l'Ebitda margin e l'Ebit margin si sono attestati rispettivamente al 41% e al 30%.
A livello finanziario-patrimoniale il rapporto prezzo/utili 2003 (p/e) si dovrebbe attestare a un livello nell'ordine di 25-30, considerando una capitalizzazione di 312 milioni di euro, data dal prezzo massimo fissato dai vertici di TeamSystem, moltiplicato per il numero di azioni post-IPO, supponendo la sottoscrizione integrale delle nuove azioni. Il valore di questo rapporto è superiore rispetto alla media del panel di aziende utilizzato dai vertici della società come confronto. In particolare, il p/e 2003 di Sage, il concorrente di riferimento di TeamSystem, è pari a poco più di 21. Inoltre, considerando i dati proforma della società italiana, il p/e 2003 balzerebbe a oltre 100.
Il rapporto tra Enterprise value (calcolato come la somma tra capitalizzazione societaria post offerta e la posizione finanziaria netta che dovrebbe risultare dopo la quotazione) ed Ebitda 2003 si dovrebbe attestare intorno ai 14 (13, se si guarda ai dati proforma), mentre il rapporto EV/Ebit dovrebbe arrivare a 15 (21 per il dato proforma). L'Ev/Ebitda) di Sage si attesta a 14.
Il rapporto tra prezzo e cash flow operativo dovrebbe attestarsi a 27.
Il rapporto tra quella che dovrà essere la capitalizzazione societaria (312 milioni di euro con l'ipotesi di collocamento al prezzo massimo di 10 euro per azione) e il patrimonio netto di TeamSystem che dovrebbe risultare dopo la quotazione della società (circa 95 milioni di euro, sempre nell'ipotesi di collocamento a 10 euro), si dovrebbe aggirare tra 3 e 3,5. TeamSystem potrebbe, quindi, essere valutata oltre tre volte il patrimonio netto.
Il rapporto tra l'indebitamento netto al 30 giugno e il patrimonio netto sempre alla stessa data era nell'ordine di 2,5, un valore superiore all'unità, considerato un primo livello di equilibrio per la struttura finanziaria di un'azienda. Tuttavia, va evidenziato che la parte principale dell'indebitamento era riferita al medio-lungo termine. Inoltre, questo rapporto è destinato a scendere dopo il collocamento della società, considerando che l'aumento di capitale realizzato per la quotazione andrà a incrementare il patrimonio netto e la liquidità incassata servirà per ridurre l'indebitamento.



Torna alla pagina delle IPO

Tutte le ultime su: IPO , Dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »