NAVIGA IL SITO

STAR: +28% nel 2019. La migliore è stata Digital Bros (+196%)

Altri sette titoli del FTSE Italia Star hanno più che raddoppiato la quotazione nel 2019. Al contrario, la peggiore performance del 2019 è stata quella di ePrice

di Edoardo Fagnani 7 gen 2020 ore 11:52

mercato-positivo_2Bilancio estremamente positivo per il segmento STAR nel 2019.

Lo scorso anno il FTSE Italia Star (l’indice di riferimento del paniere) è balzato del 28,04%, passando dai 30.539 punti di inizio anno ai 39.103 punti della chiusura di lunedì 30 dicembre.

La performance del segmento STAR è stata migliore rispetto a quella registrata dal FTSE Italia MID CAP, che lo scorso ha guadagnato complessivamente il 18,3%; il FTSE Italia Star ha praticamente eguagliato il 28,3% registrato nel 2019 dal FTSEMib.

 

Leggi anche: FTSEMib, +28,3% nel 2019. Brilla la stella di Azimut (+123,2%)

 

STAR: L'ANDAMENTO NEL 2019

Lo scorso anno il listino delle società quotate al segmento STAR ha oscillato tra un massimo di 39.924 punti (fissato alla chiusura del 29 novembre) e un minimo di 30.833 punti, livello toccato il 2 gennaio; la differenza percentuale tra massimo e minimo è stata pari al 29,5%, valore che si confronta con il 31,8% registrato dal FTSEMib.

Nel 2019 il FTSE Italia Star ha chiuso con una performance positiva in 145 occasioni, mentre i ribassi sono stati 106; solo in una seduta l’indice è rimasto invariato.

Il progresso più consistente è stato quello del 26 novembre, seduta chiusa con rialzo del 2,28%. Al contrario, il maggiore ribasso è stato il 2.74% messo a segno il 13 maggio.

 

STAR, I TREND DEL 2019

Il trend dell’indice delle società quotate al segmento STAR è stato simile a quello del MidCap.

Nel dettaglio, il listino ha segnato un trend costantemente positivo nei primi quattro mesi del 2019, per registrare una prima correzione nel prime due settimane del mese di maggio, in linea con il trend dei principali indici internazionali.

Successivamente il FTSE Italia Star ha oscillato tra i 34mila e i 36mila punti fino al termine del mese di luglio.

Nella prima metà di agosto il listino ha registrato la seconda forte correzione del 2019, culminata il 14 agosto con il minimo a 32.573 punti, in coincidenza con lo scontro commerciale tra Stati Uniti e Cina e la crisi di governo in Italia.

Tuttavia, dalla metà di agosto il FTSE Italia Star è tornato a crescere in maniera costante, fino ad arrivare a sfiorare i 40mila a fine novembre, sorretto delle modifiche introdotte alla normativa fiscale sui fondi PIR.

Nell’ultimo mese del 2019 il paniere si è stabilizzato poco sotto quel livello.

 

GRAFICO - Andamento dello STAR nel 2019 (elaborazione Soldionline.it)

performance-star-2019

 

STAR, I MIGLIORI DEL 2019

I migliori del 2019 allo STAR
Digital Bros
+195,73%
El.En
+160,77%
Eurotech
+159,78%
WIIT
+158,59%
Elica +134,66%

La migliore performance del 2019 al FTSE Italia Star è stata registrata da Digital Bros, che lo scorso anno è balzata del 195,7%, passando da 4,22 euro a 14,28 euro. Impressionante il rally registrato dal titolo tra il 25 ottobre e il 28 novembre: nel periodo in esame il valore delle azioni DIgital Bros è cresciuto da 8,36 euro a 15,42 euro. Il titolo ha beneficiato degli ottimi risultati operativi ottenuti nel primo trimestre dell’esercizio 2019/2020 (l’azienda chiude il bilancio il 30 giugno). La società – attiva nella pubblicazione e distribuzione di videogiochi - ha terminato il periodo in esame con ricavi più che raddoppiati e 38,53 milioni di euro e con un utile netto di 2,88 milioni di euro. Di conseguenza, il management di Digital Bros prevede per il 2019/2020 ricavi in forte crescita, con un conseguente significativo miglioramento di tutti gli indici reddituali.

Altri sette titoli del FTSE Italia Star hanno più che raddoppiato la quotazione nel 2019: si tratta di El.En (+160,8%), Eurotech (+159,8%), WIIT (+158,6%), Elica (+134,7%), SeSa (+105,4%), Falck Renewables (+103%) e Mondo TV (100,2%).

 

STAR, I PEGGIORI DEL 2019

I peggiori del 2019 allo STAR
ePrice
-68,27%
Aquafil
-29,84%
Emak
-27,16%
Piovan -26,23%
IVS Group
-21,34%

Al contrario, la peggiore performance del 2019 al FTSE Italia Star è stata quella di ePrice, che ha confermato il trend registrato nella prima metà dell’anno; il titolo del gruppo dell’ecommerce ha lasciato sul terreno il 68,3%. I risultati operativi dei primi nove mesi dell’esercizio sono stati deludenti. Nel periodo in esame il fatturato della società si è ridotto del 17,3% a 93.15 milioni di euro, mentre la perdita netta è balzata da 10,1 milioni a 27,2 milioni di euro. Inoltre, nel corso della diffusione dei risultati del primo semestre del 2019 il management di ePrice aveva approvato le nuove linee guida del piano industriale relativo al periodo 2019-2024: in particolare, la previsione sul margine operativo adjusted (negativo ma in miglioramento rispetto all’anno precedente) era stata peggiorata. Infine a novembre, l'assemblea degli azionisti di ePrice ha deliberato di aumentare il capitale a pagamento per un importo massimo pari a 20 milioni di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »