NAVIGA IL SITO

STAR: le preferite di Banca Imi

In occasione della Star Conference gli analisti di Banca Imi hanno pubblicato un approfondito report sulle società appartenenti al segmento ad Alti Requisiti

di Mauro Introzzi 25 mar 2015 ore 14:02

In occasione della Star Conference, in programma il 24 e il 25 marzo 2015 a Piazza Affari, gli analisti di Banca Imi hanno pubblicato un approfondito report sulle società appartenenti al segmento ad alti requisiti. Che si confermano azioni – in molti casi – molto promettenti. Gli analisti, tuttavia, predicano anche una certa prudenza.

STAR: RENDIMENTO E MULTIPLI
Banca Imi evidenzia come dal 2002 (anno della sua creazione) l’indice FTSE Star sia cresciuto di circa il 142%, sovraperformando la crescita del 129% dello Stoxx Small 200 e battendo decisamente il FTSE Italia All Share (che nell’orizzonte temporale considerato ha addirittura un rendimento negativo). Rispetto ai titoli europei a piccola capitalizzazione lo STAR ha fatto peggio nel periodo tra la metà del 2009 e il 2012, periodo in cui il rischio paese italiano è stato molto marcato.

confronto-star-smallcap-allshare

Il multiplo prezzo/utili medio del paniere, 19x per il 2015, spinge però gli analisti di Banca Imi a predicare un’attenta selezione delle azioni: gli esperti consigliano di posizionarsi sui titoli con una valutazione bassa, utili per azione reali e flussi di cassa stabili e su qualche altra situazione speciale. Il valore di 19x è più alto di quello delle società del FTSE It All Share (17,2x) e dello Stoxx Small 200 (18,1).

star-conference3STAR: SU CHI PUNTARE SECONDO BANCA IMI
Gli esperti della banca d’affari di casa IntesaSanpaolo ricordano che hanno già avuto modo in altri report di evidenziare come saranno petrolio e dollaro i driver dei risultati societari nei prossimi trimestri. Queste considerazioni non cambiano declinando l’analisi nell’universo dei titoli dello STAR. Così le società del segmento che avranno grandi benefici da una certa forza del dollaro sono Brembo, Eurotech, Isagro, Panariagroup e Sogefi (e in modo più particolare d’Amico). Mentre Zignago Vetro potrebbe avvantaggiarsi da un periodo prolungato di debolezza di petrolio e prezzi energetici.

STAR: LE PREFERITE DI BANCA IMI

Banca Imi cita 3 società tra le sue preferite al segmento STAR: Brembo, Elica e Prima Industrie. Su tutte e 3 il giudizio è “buy” (acquistare). Sul gruppo bergamasco dei freni, che vanta una marginalità operativa d’eccellenza, il broker ha un target price di 45 dollari, mentre il prezzo obiettivo della società delle cappe (che ha un flusso di cassa migliore dei suoi comparabili) è 2,82 euro per azione. La società dei laser (che ha una valutazione relativamente più vantaggiosa rispetto ai peer) è invece valutata 22,9 euro per azione.

STAR: TUTTI I BUY DI BANCA IMI
Oltre al terzetto di preferiti gli altri “buy” al segmnto STAR di Banca Imi sono: Ascopiave, Astaldi, Banca Finnat, Be, d’Amico International Shipping, Dada, Eurotech, Irce, Isagro, La Doria, Moleskine e Panariagroup.

Tutte le ultime su: star conference , banca imi , elica , brembo , prima industrie
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.