NAVIGA IL SITO

Sanlorenzo, conosciamo meglio la società

Sanlorenzo è un operatore globale specializzato nella progettazione, produzione e commercializzazione di yacht. Il management ha approvato una politica di distribuzione dei dividendi

di Edoardo Fagnani 10 dic 2019 ore 12:00

sanlorenzoA differenza di Ferretti Group, Sanlorenzo è riuscita a completare il processo di quotazione sul segmento STAR di Borsa Italiana.

Il collocamento delle azioni è avvenuto a seguito dell’offerta di 4.500.000 azioni di nuova emissione rivenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione e di 7.600.000 azioni poste in vendita da Holding Happy Life (azionista di maggioranza e controllata da Massimo Perotti, Presidente Esecutivo di Sanlorenzo), inclusive delle 1.100.000 azioni oggetto dell'opzione di over allotment al servizio dell’opzione greenshoe.

Il prezzo di offerta delle azioni Sanlorenzo è stato fissato a 16 euro, al minimo della forchetta indicata in fase di collocamento (16-19 euro). Sulla base del prezzo di offerta la capitalizzazione inziale di Sanlorenzo è stata di 552 milioni; il controvalore della quota relativa all’aumento di capitale è stata pari a 72 milioni di euro. Il management ha segnalato che intende utilizzare i proventi derivanti dall’aumento di capitale per provvedere al rimborso totale del finanziamento pool e del finanziamento dell’azionista venditore, per complessivi 49 milioni di euro.

 

SANLORENZO - L'ATTIVITA'

Sanlorenzo è un operatore globale specializzato nella progettazione, produzione e commercializzazione di yacht, superyacht e sport utility yacht fatti su misura, in quanto allestiti e personalizzati secondo le richieste e i desideri di una clientela esclusiva.

La produzione dell'azienda è suddivisa in tre divisioni:

  • la Divisione Yacht (dedicata alla progettazione, produzione e commercializzazione di yacht in composito di lunghezza compresa tra i 24 metri e i 38 metri, commercializzati a marchio Sanlorenzo);
  • la Divisione Superyacht (dedicata alla progettazione, produzione e commercializzazione di superyacht in alluminio e acciaio di lunghezza compresa tra i 40 metri e i 68 metri, commercializzati a marchio Sanlorenzo);
  • la Divisione Bluegame (dedicata alla progettazione, produzione e commercializzazione, a marchio Bluegame, di sport utility yacht in composito di lunghezza compresa tra i 13 metri e i 21 metri).

Al 31 dicembre 2018 la Divisione Yacht contribuiva al 62,8% del fatturato complessivo di Sanlorenzo.

L'azienda commercializza gli yacht sia direttamente (tramite Sanlorenzo o altre società del gruppo o intermediari), sia tramite i Brand Representative, che al 30 settembre 2019 erano 11 a livello globale, ciascuno dei quali opera in una o più zone territoriali.

 

SANLORENZO - DATI DI BILANCIO E DIVIDENDO

Sanlorenzo ha fornito alcuni dati relativi all’esercizio 2018 e ai primi nove mesi del 2019.

Nel dettaglio, la società ha terminato lo scorso anno con ricavi netti per 375,22 milioni di euro, in aumento del 44,6% rispetto ai 259,55 milioni ottenuti nell’esercizio precedente, a seguito dell’ampliamento del perimetro di consolidamento e all’incremento sia della vendita di nuove imbarcazioni sia della rivendita di imbarcazioni usate. In aumento anche il risultato operativo, passato da 17 milioni a 23,43 milioni di euro. L’utile netto è migliorato da 10,16 milioni a 12,44 milioni di euro.

Nei primi nove mesi del 2019 il giro d’affari di Sanlorenzo si è attestato a 353,16 milioni di euro, dai 255,96 milioni ottenuti nello stesso periodo dello scorso anno (+38%). Il risultato operativo è balzato da 11,6 milioni a 37,66 milioni di euro, mentre l’utile netto è passato da 4,95 milioni a 24,32 milioni.

A fine settembre l’indebitamento netto di Sanlorenzo era aumentato a 86,91 milioni di euro, rispetto ai 2,96 milioni di inizio anno, principalmente in seguito all’inclusione del debito sottoscritto da WindCo. Sempre a fine settembre il portafoglio ordini di Sanlorenzo era pari a 764 milioni di euro, di cui 422 milioni relativi all’esercizio in corso.

Sanlorenzo ha fornito anche alcune stime finanziarie per il 2019, relative al nuovo piano strategico per il periodo 2019/2022. Nel dettaglio la società prevede di chiudere l’esercizio in corso con un valore della produzione compreso tra i 493 e i 523 milioni di euro, mentre l’utile netto (comprensivo delle quote di terzi) dovrebbe collocarsi tra i 28 e i 30 milioni di euro.

Prima del debutto a Piazza Affari, il management di Sanlorenzo ha approvato una politica di distribuzione dei dividendi, che preveda l’obiettivo di erogare cedole per un ammontare compreso tra il 30% e il 40% dell’utile netto di pertinenza del gruppo per gli esercizi 2020 e 2021. La distribuzione del dividendo è subordinata ai piani strategici di investimento (incluse eventuali operazioni di acquisizione e di aggregazione in generale), al mantenimento dell’equilibrio della struttura finanziaria e al rispetto dei covenant in essere ai sensi dei contratti di finanziamento.

 

SANLORENZO - LA STRATEGIA

Nella nota informativa che ha accompagnato il collocamento Sanlorenzo ha segnalato che nel corso dei prossimi anni prevede di completare le linee di più recente introduzione nella sua gamma prodotti e di introdurne di nuove. Nel complesso, nel quinquennio 2019-2023, la società ha presentato o prevede di presentare diciotto nuovi Yacht, di cui cinque restyling di modelli già in gamma, otto espansioni di gamma e cinque modelli per due nuove linee.

Inoltre, l'azienda sta collaborando con primarie aziende internazionali operanti nel segmento dei motori diesel ad alta prestazione per il settore nautico e nell’ambito di imprese leader nel settore dell’elettromeccanica, per sviluppare soluzioni propulsive di tipologia ibrida e diesel/elettrica, per le quali è in corso lo studio di fattibilità e la cui introduzione seriale nel mercato è prevista fra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

Sanlorenzo intende adottare la medesima strategia commerciale e di comunicazione che ha sperimentato con successo nei suoi tradizionali mercati europei, anche in quei mercati in crescita e con tassi di penetrazione da parte del Gruppo contenuti quali gli Stati Uniti e l’area APAC.

Il management ha come obiettivo finanziario l’incremento del margine di contribuzione mediante la messa a regime degli investimenti realizzati nel biennio 2017-2018 e in corso nel 2019 in termini di aumento della capacità produttiva.

Infine, Sanlorenzo non esclude che la propria crescita possa avvenire anche per linee esterne, presentandosi l’occasione di acquisizioni di aziende e partecipazioni da valutare di volta in volta.

 

SANLORENZO - I PRINCIPALI RISCHI

Tra i fattori di rischio indicati nel documento informativo i vertici di Sanlorenzo hanno evidenziato che il gruppo è esposto ai rischi connessi alla congiuntura economico-finanziaria globale e all’andamento congiunturale degli specifici mercati geografici; questi avvenimenti possono comportare il rischio che la clientela perda la propria propensione all’acquisto ovvero rinunci a finalizzare l’acquisto di uno Yacht già ordinato.

Inoltre, il gruppo non può escludere che i nuovi prodotti possano essere introdotti sul mercato in ritardo rispetto ai concorrenti o che gli investimenti in ricerca e sviluppo di nuovi prodotti possano non dare i risultati previsti in termini di numero, di successo commerciale e di ricavi ottenuti dagli stessi oppure possano determinare costi più elevati di quanto previsto senza che a ciò corrisponda un incremento proporzionale dei ricavi. Senza dimenticare che il settore dei beni di lusso è influenzato dai cambiamenti dei gusti e delle preferenze dei clienti, nonché dai cambiamenti degli stili di vita nelle diverse aree geografiche in cui il gruppo opera.

Inoltre, il management di Sanlorenzo ha ricordato che l’azienda è esposta al rischio che la sostituzione di alcuni specifici fornitori o appaltatori o l’inadempimento di alcuni di essi compromettano il corretto e puntuale svolgimento delle proprie attività, con effetti negativi sulla produttività, sui risultati e sulla situazione economica del gruppo.

Tutte le ultime su: sanlorenzo , ipo sanlorenzo
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »