NAVIGA IL SITO

Salvatore Ferragamo (-5,6%) la peggiore al FTSEMib

di Edoardo Fagnani 28 ago 2015 ore 17:40 Le news sul tuo Smartphone

Pessima giornata per Salvatore Ferragamo che ha lasciato sul terreno il 5,64% a 24,58 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso. La società ha chiuso la prima metà del 2015 con ricavi pari a 722 milioni di euro, in aumento del 10%, rispetto ai 659 milioni di euro registrati nei primi sei mesi dell’esercizio 2014. A cambi costanti la crescita dei ricavi sarebbe stata pari al 2%. Nel semestre l’utile netto è stato pertanto di 88 milioni di euro, in salita del 13% rispetto ai 78 milioni registrati nei primi sei mesi del 2014. Nel corso della conference call a commento dei risultati semestrali, i vertici di Salvatore Ferragamo hanno dichiarato di poter chiudere il 2015 con ricavi in crescita tra il 5% e il 10% e un margine operativo lordo nell’ordine dei 320 milioni di euro.
Dopo la diffusione dei risultati semestrali gli analisti di Equita sim hanno tagliato da 31 euro a 29 euro il target price su Salvatore Ferragamo, in seguito a un peggioramento dello scenario di riferimento per l’azienda. Tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: salvatore ferragamo