NAVIGA IL SITO

Risiko media: cosa ne pensano gli esperti

In attesa di quello bancario, per ora solo accennato grazie alla fusione BPM-Banco Popolare, ecco il risiko degli editoriali. Cosa pensano gli analisti di Cairo-Rcs e Mediaset-Vivendi

di Mauro Introzzi 11 apr 2016 ore 13:20

Questa prima metà del 2016 doveva vedere come assoluti protagonisti i movimenti nel settore bancario ed invece, a parte il matrimonio tra la Popolare di Milano e il Banco Popolare, il vero risiko che cambierà le sorti del suo settore sembra essere quello dell’editoria. Dopo l’intesa tra il Gruppo l’Espresso (che edita tra gli altri La Repubblica) e ITEDI (società editrice dei quotidiani La Stampa e Il Secolo XIX), sono arrivate novità in casa RcsMediagroup e Mediaset. Ma cosa ne pensano gli analisti?

RCSMEDIAGROUP-CAIRO: REAZIONI DEGLI ANALISTI
Nella serata di venerdì Cairo Communication ha deciso di promuovere un’offerta pubblica di scambio volontaria avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di RcsMediagroup. Il gruppo di Urbano Cairo offre 0,12 azioni per ciascuna azione ordinaria RcsMediagroup apportata all’offerta. Una proposta che, considerando i corsi azionari relativi alla chiusura precedente l’offerta, valorizza ciascuna azione RcsMediagroup circa 0,551 euro (0,527 euro considerando il dividendo di 0,2 euro di Cairo Communication).

rcs3_1Gli analisti sembrano volersi mantenere cauti. Quelli di Equita Sim hanno alzato il prezzo obiettivo su Cairo Communication da 4,9 a 6,1 euro e confermato la raccomandazione “buy” (acquistare). Gli esperti considerano favorevolmente l`iniziativa, sia per Cairo Communication che per RcsMediagroup. Per il titolo di quest’ultima il raget è stato alzato a 0,81 euro e la raccomandazione a “buy” (acquistare).

Operazione sotto i riflettori anche di Kepler Cheuvreux. Gli esperti della banca ritengono ci saranno implicazioni positive ma pensano anche che il prezzo offerto sia basso. Gli analisti hanno così confermato il loro “hold” (mantenere) con prezzo obiettivo di 0,7 euro su RcsMediagroup e il loro “buy” (acquistare) con un prezzo obiettivo di 5,4 euro su Cairo Communication.

Secondo gli analisti di Mediobanca la valutazione implicita di RcsMediagroup sarebbe piuttosto lontana dai loro target price di 0,96 euro. Piazzetta Cuccia ha così confermato il suo rating “neutrale”.

MEDIASET-VIVENDI: REAZIONI DEGLI ANALISTI
Mediaset e Vivendi hanno sottoscritto un’intesa che formalizza un’alleanza strategica tra i due gruppi. L’accordo è mirato all’unione delle rispettive leadership nazionali per cogliere ogni opportunità di sviluppo nel nuovo scenario del settore media. In primo luogo, la partnership tra i due gruppi si concretizzerà in uno scambio paritetico di partecipazioni tra le capogruppo per una quota del 3,5% del capitale. A valle dell’alleanza azionaria, l'accordo tra Mediaset e Vivendi si articola in tre progetti industriali: una nuova major europea per la creazione di contenuti, una piattaforma pan-europea di streaming di contenuti on demand e l'ingresso di Mediaset Premium in un grande network internazionale di pay tv.

mediaset_7Su Mediaset si sono pronunciati in queste ore alcune banche d’affari. Hsbc ha alzato la sua raccomandazione sul Biscione da “hold” (mantenere) a “buy” (acquistare), con prezzo obiettivo che sale da 3,9 a 4,2 euro. Per gli esperti britannici l’accordo con il gruppo francese rappresenta "quasi lo scenario migliore". Il trasferimento del rischio derivante dall’alleggerimento in Mediaset Premium è positivo.
Banca Akros ha invece confermato il suo rating “accumulate” (accumulare) con un target price di 3,8 euro. Secondo gli esperti il deal con Vivendi “è in linea con le aspettative del mercato”.
Mediobanca ha invece confermato il suo “outperform” (farà meglio del mercato) e alzato il target price a 5,08 euro.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.