NAVIGA IL SITO

Risanamento, i risultati dei primi nove mesi del 2020

di Redazione Lapenna del Web 3 nov 2020 ore 09:04 Le news sul tuo Smartphone

risanamento_4Risanamento ha comunicatoi risultati finanziari dei primi nove mesi del 2020.

La società ha riportato un valore della produzione di 3,19 milioni di euro, rispetto ai 2,56 milioni di euro del pari periodo del 2019 e una perdita che ammonta a 20,33 milioni che si rapporta con il rosso di 9,68 milioni contabilizzato nei primi nove mesi del 2019.

L'aumento della perdita è attribuibile principalmente agli oneri non ricorrenti quali l'adesione alla proposta della controllata Immobiliare Cascina Rubina con l'Agenzia delle Entrate. Risanamento ha ricordato che il risultato economico del 2020 non ricomprende più i benefici rivenienti dal complesso Sky ceduto nell’ottobre dello scorso anno.

Al 30 settembre 2020 l'indebitamento finanziario netto era pari a circa 465,32 milioni di euro, in aumento rispetto ai 455,39 milioni di inizio anno. Il patrimonio netto risulta in diminuzione a quota 126,2 milioni contro i 146,5 milioni di euro del 31 dicembre 2019.

In merito all'evoluzione prevedibile della gestione Risanamento conferma che le attività per i prossimi mesi continueranno verso la valorizzazione delle proprietà di immobili “trading” presenti all'interno del portafoglio e si concentreranno sullo sviluppo della iniziativa immobiliare di Milano Santa Giulia.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: risanamento , terzo trimestre 2020