NAVIGA IL SITO

Rete unica, il rebus delle opzioni sul 30% del capitale di Open Fiber (Il Sole24Ore)

di Redazione Lapenna del Web 24 set 2020 ore 07:54 Le news sul tuo Smartphone

enel-logoSecondo quanto riportato da un articolo de Il Sole24Ore a cura di Antonella Olivieri, la rete unica sarà in stand-by per un altro mese. Mentre l'offerta di Macquarie per acquisire il 50% di Open Fiber posseduto da Enel scade il 15 ottobre, o così pare, a Telecom Italia sarebbe perfino stato sospeso l'accesso ai data room per valutare gli asset.

Oltre alla fattibilità dell'acquisizione Macquarie dal profilo antitrust, ci sarebbero in ballo le opzioni di Vodafone e WindTre per rilevare ciascuna il 15% di Open Fiber nel caso in cui si volesse cedere Oper Fiber a un operatore "verticalmente integrato". L'incertezza, dunque, è cosa potrebbe succedere se Enel vendesse a Macquarie (che non è un operatore verticalmente integrata).

Se da una parte si teme il verdetto dell'antitrust europeo, dall'altra Telecom non sembra voler cedere il primato sul suo core business. Si spera dunque di attraversare le obiezioni con una governance di garanzia e l'adozione di un modello di coinvestimento aperto. Se così non fosse, si può sempre ricorrere al passaggio della fibra con l'accordo firmato ad agosto tra Telecom e il fondo private equity Usa Kkr.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: open fiber , enel , telecom italia