NAVIGA IL SITO

Relatech debutterà all'AIM Italia il 28 giugno 2019

di Edoardo Fagnani 26 giu 2019 ore 20:03 Le news sul tuo Smartphone

relatechRelatech, azienda che offre soluzioni, progetti e servizi innovativi in ambito digital, ha ricevuto da Borsa Italiana l’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni e dei warrant Relatech 2019-2022 sull'AIM Italia. Le azioni avranno codice ISIN IT0005371874. I titolari dei Warrant avranno la facoltà di sottoscrivere le azioni di compendio nel rapporto di un'azione di compendio ogni 2 warrant posseduti. La data di inizio delle negoziazioni è stata fissata per venerdì 28 giugno 2019.

L'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento privato rivolto a investitori istituzionali, professionali e privati di complessive 1.887.900 azioni di nuova emissione a un prezzo d’offerta pari a 2,15 euro per azione per un controvalore totale di circa 4,1 milioni. In base al prezzo d’offerta, la capitalizzazione iniziale prevista è di circa 20 milioni di euro. La domanda è stata superiore del 43% l’allocato.

Il flottante della società post quotazione sarà pari a circa il 20,19% del capitale.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: relatech , ipo Quotazioni: RELATECH
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

La pensione di reversibilità spetta ai parenti stretti di un pensionato defunto. Anche nel caso in cui ne abbia maturato di diritti pur continuando a lavorare. Continua »