NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Juventus, Banca IMI migliora rating e target price

Juventus, Banca IMI migliora rating e target price

di Edoardo Fagnani 5 dic 2018 ore 14:17 Le news sul tuo Smartphone

juventus-fc-logoBanca IMI ha raddoppiato il target price sulle azioni della Juventus, portandolo da 0,7 euro a 1,4 euro, in seguito al miglioramento delle stime sui ricavi per i prossimi esercizi, dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo. Secondo gli esperti, infatti, l’acquisto del fuoriclasse portoghese potrebbe rappresentare il fattore chiave per sostenere la crescita del fatturato nei prossimi esercizi e colmare il gap con i migliori cinque top club calcistici in Europa.

Nel dettaglio, Banca IMI prevede che la Juventus possa chiudere l'esercizio in corso con ricavi per 556,6 milioni di euro, rispetto ai 504,7 milioni ottenuti nel 2017/2018. Al contrario l'aumento dei costi per l'ammortamento dei calciatori dovrebbe portare a un risultato finale negativo per 68,1 milioni di euro.

Gli esperti hanno anche migliorato il giudizio e ora consigliano l’acquisto delle azioni della Juventus.

 

DA NON PERDERE: Le raccomandazioni del 5 dicembre

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: juventus fc Quotazioni: JUVENTUS FC
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »