NAVIGA IL SITO

Prysmian, utili in lieve calo nei nove mesi

Il gruppo ha chiuso i nove mesi con un utile netto rettificato pari a 180 milioni di euro. I vertici hanno comunque confermato le stime di margine operativo lordo per il 2013

di Mauro Introzzi 6 nov 2013 ore 16:42
Il gruppo Prysmian ha chiuso i primi nove mesi del 2013 con ricavi pari a 5,49 miliardi di euro, in flessione del 7,5% rispetto ai 5,93 miliardi di euro dei primi nove mesi 2012.
Il margine operativo lordo rettificato degli oneri e proventi di natura non ricorrente ha toccato invece i 444 milioni di euro, in flessione del 5,2% rispetto ai 468 milioni di euro del corrispondente periodo del 2012. In rapporto ai ricavi il margine oeprativo lordo ha evidenziato un miglioramento dal 7,9% all'8,1%.
Così il risultato operativo rettificato è ammontato a 329 milioni di euro, in flessione del 5,8% rispetto ai 349 milioni dei primi nove mesi 2012.
Così l'utile netto rettificato ha mostrato un calo del 6,7% passando da 193 a 180 milioni di euro, con i margini che rispetto ai ricavi sono rimasti praticamente stabili al 3,3%.

A fine settembre la posizione finanziaria netta evidenziava un indebitamento pari a 1,24 miliardi di euro, in sensibile miglioramento rispetto agli 1,45 miliardi del 30 settembre 2012 ma in peggioramento dai 918 milioni di fine 2012.

Il gruppo, sulla base dei risultati conseguiti nei primi nove mesi dell’anno, unitamente alla consistenza del portafoglio ordini in essere, conferma per l’intero esercizio 2013 la stima di un margine operativo lordo rettificato nell’intervallo di 600 – 650 milioni di euro, rispetto ai 647 milioni di euro conseguiti nel 2013.

Viste le difficoltà del contesto, poi Prysmian ha deciso di rafforzare le attività di razionalizzazione e ottimizzazione della propria struttura organizzativa e produttiva con l’obiettivo di conseguire, entro l’esercizio 2015, un livello di sinergie cumulate derivanti dall’integrazione con Draka pari a 175 milioni di euro, dai 65 milioni realizzati a fine 2012, in incremento rispetto al precedente target di 150 milioni di euro.

Tutte le ultime su: prysmian , terzo trimestre 2013
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.