NAVIGA IL SITO

Poste Italiane, il consensus degli analisti per l'esercizio 2021

Poste Italiane ha fornito anche le stime finanziarie elaborate analisti relative al quarto trimestre 2021.

di Edoardo Fagnani 22 mar 2022 ore 08:30

poste-italiane-palazzo_1Poste italiane approverà i dati dell'esercizio 2021 nel consiglio di amministrazione in agenda il 22 marzo 2022; nell'occasione sarà fornita anche la proposta di destinazione degli utili.

 

Secondo le indicazioni fornite da 12 banche d’affari la società dovrebbe aver chiuso lo scorso anno con un ricavi per 11,19 miliardi di euro, in aumento rispetto al risultato dell’esercizio precedente (10,53 miliardi di euro). Le stime degli esperti variano da un minimo di 11,12 miliardi a un massimo di 11,29 miliardi di euro.

Il risultato operativo è stimato a 1,82 milioni di euro, con un intervallo di riferimento copreso tra gli 1,75 miliardi e gli 1,85 miliardi di euro; di conseguenza la marginalità dovrebbe collocarsi tra il 15,7% e il 16,5%.

L'utile netto (inclusa la rivalutazione attesa di SIA) è previsto a 1,56 miliardi di euro, con una stima che va da un minimo di 1,49 miliardi a un massimo di 1,63 miliardi di euro. Poste Italiane aveva chiuso il 2020 con un utile netto di 1,21 miliardi di euro.

 

Poste Italiane ha fornito anche le stime finanziarie elaborate analisti relative al quarto trimestre 2021.

Secondo le previsioni dei principali broker domestici e internazionali che seguono il titolo, i ricavi trimestrali del gruppo avrebbero raggiunto i 2,74 miliardi di euro, con un minimo di 2,67 miliardi e un massimo di 2,84 miliardi.

Il risultato operativo è previsto a 202 milioni di euro, con un minimo di 136 milioni e un massimo di 235 milioni di euro; la marginalità è indicata nell'intorno del 7,4%.

L'utile netto trimestrale (inclusa la rivalutazione attesa di SIA) è stimato a 387 milioni di euro, con un minimo di 316 milioni e un massimo di 455 milioni.

Tutte le ultime su: poste italiane
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.